Lunedì 21 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento 11:32
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
"O inventamos o erramos". L'analisi di Geraldina Colotti sulla situazione in Venezuela
Dall'Italia alla Francia, dalla Spagna all'America latina si moltiplicano le analisi dei “critici-critici” sulla situazione in Venezuela. Si avverte, soprattutto in Italia, l'affannosa ricerca dell'aurea mediocritas da parte di una certa sinistra piccolo-borghese: l'assunzione di quell'aurea via di mezzo che consente, da una posizione intermedia, di cogliere la pagliuzza negli occhi degli altri per non vedere la trave nei propri. Contro il socialismo bolivariano, ognuno agita i propri fantasmi rimettendo in circolo, spesso senza nominarli, dubbi e nodi irrisolti del...
Ricostruita la dinamica dell’attentato di Barcellona. Caccia al terrorista fuggito
BARCELLONA. Il protagonista del terzo giorno di indagini sugli attentati di Barcellona è Adbelbaki Es Satti, un marocchino di una quarantina d’anni che era stato dal 2015 fino a giugno l’iman della piccola località di Ripoll, a 100 km a nord di Barcellona e un passo dalla Francia. La stessa dove vivevano molti dei membri della cellula terroristica che avrebbe progettato e portato a termine gli attacchi terroristi...

No tinc por. Le domande scomode, dopo Barcellona
Brava Ada Colau a convocare subito una manifestazione a Piazza de Catalunya, nemmeno 24 ore dopo l’orribile massacro. Bravi i barcellonesi che a centinaia di migliaia hanno risposto all’appello gridando «no tinc por». E bravi i cittadini globali che si sono uniti a loro, piangendo per la ferita inferta alla città simbolo dell’accoglienza e dell’inclusione, ma anche per le proprie vittime: impressionan...

"Praga '68 e le contraddizioni della sinistra italiana". Intervento di Franco Astengo
Mi auguro sia permesso avviare questo intervento con un ricordo personale.Ero a casa, in ferie forzate perché l’ufficio stava chiuso una settimana (chi mi ha conosciuto sa quanto non mi siano mai piaciute le ferie).Le 5,30 del mattino: mio padre si stava preparando per il turno in fabbrica e ascoltava, come sempre, la radio.Ad un certo punto irruppe nella stanza che dividevo con mio... di FRANCO ASTENGO

La moltiplicazione delle polizie spagnole: quattro locali e due nazionali
MADRID. Le tensioni politiche tra stato centrale e regioni si ripercuotono anche nella gestione delle varie forze dell’ordine del paese, come gli attentati di Barcellona hanno chiaramente evidenziato. Non è un caso, infatti, che la rivalità politica Rajoy-Puidgemont si sia trasformata negli ultimi anni in anche in una lotta sulla gestione delle risorse destinate ai... di GIUSEPPE GROSSO

Roma, sgombrato il palazzo dei rifugiati, mille persone buttate in strada
Ci vivevano rifugiati e richiedenti asilo eritrei a poche centinaia di metri dalla Stazione Termini. In quattro anni governo e comune non sono riusciti a trovare una soluzione all’emergenza. E’ lo sgombero più grande degli ultimi anni nella Capitale, il fronte interno della guerra ai migranti e ai poveri registra una nuova offensiva, mentre continua la strategia di... di ROBERTO CICCARELLI

"Sussidi e non lavoro. Ecco perché la 'ripresina' non c'è. E anche ci fosse sarà a spese del futuro". Il domenicale di Controlacrisi, a cura di Federico Giusti
Le chiamano impropriamente politiche attive ma di attivo c'è ben poco, solo la politica della sussidiarietà, una miseria sulla quale i padroni potranno lucrare. Lavoro e dignità era la parola d'ordine delle lavoratrici che difendevano il loro posto negli appalti dell'ospedale di Pisa, una parola d'ordine semplice che ricorda come la dignità derivi dal lavoro, da un... di FEDERICO GIUSTI

Diritto di sciopero, Usb lancia una raccolta di firme anche on line per fermare l'aggressione di Ichino e Sacconi
Il 19 luglio si sono riunite in modo congiunto le Commissioni Lavoro e Affari Costituzionali del Senato per discutere le due proposte di legge antisciopero presentate dai senatori Ichino e Sacconi. Di fatto si rinvierà tutto a settembre ma l'offensiva contro il diritto costituzionale allo sciopero si fa sempre più pesante.Per questo motivo USB si è fatta promotrice di un... di FABRIZIO SALVATORI

Foreign fighters. Il Marocco tra narco-jihadisti e miseria
Usano le reti del narcotraffico, si auto-finanziano e attirano i giovani – sempre più poveri – delle periferie e le campagne Tra i principali esportatori di jihadisti verso il «califfato» tra Siria e Iraq, il Marocco – non affatto nuovo all’attività di gruppi di matrice salafita, fin dagli anni ’80 – non è l’isola... di CHIARA CRUCIATI

Il 'fardello della storia' lo stanno portando i popoli non la politica. Ma il potere questo non lo riconoscerà mai, anzi"
Bypassando il nauseabondo trash che il sistema politico-mediatico ogni volta ci propone dopo fatti come drammatici come quello di Barcellona, forse è arrivato il momento di attivare quel po' di riflessione di cui siamo capaci. Riflessione utile a tentare di capire in che mondo stiamo vivendo e non in quale mondo "ci riflettiamo". Questa è già una prima distinzione importante.... di FABIO SEBASTIANI

"Una politica dell’umanità". Intervento di Roberto Musacchio e Riccardo Petrella
Oggi è più che mai essenziale e indispensabile affermare e rispettare gli imperativi morali e “politici” dell’umanità. Ogni donna e ogni uomo compongono l'umanità. L'umanità convive il Pianeta con le specie non umane. La memoria dei non più viventi e le speranze di coloro che attendono di vivere fanno parte della umanità.... di ROBERTO MUSACCHIO E RICCARDO PETRELLA

Roma, storia di Ciccio, cuoco esperto e pure bravo: licenziato, nella "distrazione agostana", per le troppe assenze al lavoro a causa del cancro
Storie di ordinaria crudelta' estiva; una vera e propria guerra tra poveri, per cui si licenzia chi e' malato, approfittando della lunga malattia ampiamente documentata dai medici di piu' di un ospedale pubblico, nella speranza di sostituirlo con qualcuno che costi meno. Succede a Roma, in quell'ampia rete di ristoranti e trattorie, che cambiano frequentemente di gestione, pur restando sempre in... di REDAZIONE

Pisa, il delirio securitario di sindaco e prefetto contro i migranti: "Venditori perseguitati e trattati come terroristi"
"Ritorna – come un rosario da recitare quotidianamente nel periodo estivo – la questione della “sicurezza” e del “decoro urbano”. I sacerdoti più scrupolosi, in questi giorni di Ferragosto, sono il sindaco, le forze dell’ordine e le organizzazioni dei commercianti.Ad accendere la miccia è stata l’ennesima «retata» contro i...

Inizio Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. Fine
Ultime notizie per Tematica
"Praga '68 e le contraddizioni della sinistra italiana". Intervento di Franco Astengo
Mi auguro sia permesso avviare questo intervento con un ricordo personale.Ero a casa, in ferie forzate perché l’ufficio stava chiuso una settimana (chi mi ha conosciuto sa quanto non mi siano mai piaciute le ferie).Le 5,30 del mattino: mio padre si stava preparando per il turno in fabbrica e ascoltava, come sempre, la radio.Ad un certo punto irruppe nella stanza che dividevo con mio...
No tinc por. Le domande scomode, dopo Barcellona
"O inventamos o erramos". L'analisi di Geraldina Colotti sulla situazione in Venezuela
La moltiplicazione delle polizie spagnole: quattro locali e due nazionali
MADRID. Le tensioni politiche tra stato centrale e regioni si ripercuotono anche nella gestione delle varie forze dell’ordine del paese, come gli attentati di Barcellona hanno chiaramente evidenziato. Non è un caso, infatti, che la rivalità politica Rajoy-Puidgemont si sia trasformata negli ultimi anni in anche in una lotta sulla gestione delle risorse destinate ai...
"Consuma, rimbambisci e guarda massacrare un ragazzo davanti a te". Intervento di Domenico Moro
Furgone sulla folla a Barcellona, le testimonianze pescate su Facebook. "E' stato terribile vedere le persone colpite volare via davanti a me"
Roma, sgombrato il palazzo dei rifugiati, mille persone buttate in strada
Ci vivevano rifugiati e richiedenti asilo eritrei a poche centinaia di metri dalla Stazione Termini. In quattro anni governo e comune non sono riusciti a trovare una soluzione all’emergenza. E’ lo sgombero più grande degli ultimi anni nella Capitale, il fronte interno della guerra ai migranti e ai poveri registra una nuova offensiva, mentre continua la strategia di...
Pisa, il delirio securitario di sindaco e prefetto contro i migranti: "Venditori perseguitati e trattati come terroristi"
Con Ada Colau, cittadini in piazza a Barcellona, per non cedere all’emergenza
Ricostruita la dinamica dell’attentato di Barcellona. Caccia al terrorista fuggito
BARCELLONA. Il protagonista del terzo giorno di indagini sugli attentati di Barcellona è Adbelbaki Es Satti, un marocchino di una quarantina d’anni che era stato dal 2015 fino a giugno l’iman della piccola località di Ripoll, a 100 km a nord di Barcellona e un passo dalla Francia. La stessa dove vivevano molti dei membri della cellula terroristica che avrebbe...
In vigore la riforma del sistema penale. E l'estinzione dello stalking tramite risarcimento è ancora in piedi
Liquidi e orizzontali: saranno i movimenti a «governare» i partiti tradizionali