Venerdì 23 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento 17:24
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Rete delle "Città in Comune". Doppia tappa nel week end a Milano e a Roma

Sabato 24 giugno doppia tappa, Milano e Roma, della carovana promossa dalla Rete delle “Città in Comune” per un programma d’alternativa per il paese. Costruito dal basso, dalle città. Temi: salute, trasporti, ecc, gli effetti devastanti delle privatizzazioni. Cambiare rotta, per un pubblico che riduca le disuguaglianze

Per le “Piazze dell’Alternativa” la carovana, promossa dalla Rete delle “Città in Comune”, per la costruzione di appuntamenti di confronto e costruzione dal basso di un programma poli...

Per la lunga marcia della sinistra l’obiettivo oggi non è il governo

La sinistra come al solito è entrata in fibrillazione man mano prendeva corpo l’imminenza della scadenza elettorale. Se la speranza in una quota proporzionale offriva una occasione alle forze minori, lo sbarramento del 5% incuteva giustamente timore. Giustamente non perché non vi sia i...


Crisi. Ottocentomila via dall’Italia in cinque anni
Osservatorio consulenti del lavoro. Effetto crisi: quasi due terzi sono «expat», tutti gli altri sono stranieri tornati indietro. Ulteriori 380 mila si sono spostati invece dal Sud al Nord del Paese

Un esercito di 509 mila italiani si è cancellato dall’anagrafe per trasferirsi all’estero per motivi di lavoro nel periodo 2008-2016. È quanto risulta dal rapporto «Il lavoro dove c&r..;.


Alienare una gravidanza. Qualche obiezione di metodo e di merito
Sulla gestazione per altri (Gpa) mi è stato difficile finora intervenire, perché il dibattito in corso, soprattutto sui social network, si muove su quelle che considero, in senso lato, «logiche di guerra»: fronti in opposizione che si scambiano le stesse accuse –«indegnità», «resa al neoliberismo», al patriarcato, ecc.-, e che... di LEA MELANDRI

Un processo lungo mezzo secolo. Ancora due indagini aperte
L’esito di ieri era atteso, dopo l’appello-bis di Milano del 25 luglio 2015. In quel processo, scaturito dall’annullamento della Cassazione delle assoluzioni pronunciate in appello a Brescia nell’aprile 2012, emerse in modo incontestabile come Maurizio Tramonte di Ordine nuovo, al contempo informatore del Sid (il Servizio informazioni difesa) con il nome in codice di... di SAVERIO FERRARI

Non solo piazza Della Loggia, i parenti delle vittime delle stragi di Bologna e Ustica ripartono all'attacco: "La sentenza dimostra la nostra tesi. C'è un filo unico"
Dopo la conferma delle sentenze per la strage di Brescia, Paolo Bolognesi, presidente dell'associazione dei parenti delle vittime della strage di Bologna, mette un bersaglio in piu' nel suo discorso per il prossimo 2 agosto. E non solo, anche i parenti delle vittime di Ustica tornano a sottolineare che deve cadere il clima di omertà internazionale. "Occorre capire - dicono - chi è... di FABRIZIO SALVATORI

"Venezuela, buona parte dello scontro viene giocato a livello mediatico. Il futuro del Paese è nella fase costituente". Intervento di Maurizio Messina
Nei giorni 11 – 12 – 13 maggio si è tenuto a Caracas un evento internazionale organizzato dalle istituzioni del Governo Bolivariano sul tema dell’Assemblea Nazionale Costituente. Erano presenti 74 delegati in rappresentanza di 36 paesi, di cui 7 europei (Spagna, Francia, Gran Bretagna, Germania, Italia, Russia). La gran parte erano paesi latinoamericani e del Caribe, ma... di MAURIZIO MESSINA

Cambiamenti climatici, secondo il “Global risk of deadly heat” entro il 2100 la terra potrebbe diventare un girone infernale. L'Italia non è messa bene. E già nel 2017 la situazione è a livelli di allarme
Secondo lo studio “Global risk of deadly heat”, pubblicato su Nature Climate Change da un team di ricerca multidisciplinare statunitense, «entro il 2100 il 74% della popolazione del mondo sarà esposta a ondate di caldo mortali, se le emissioni di gas serra continuano ad aumentare a tassi correnti». Lo studio aggiunge che se anche le missioni venissero fortemente... di FABRIZIO SALVATORI

Assemblea al Brancaccio, intervista (audio) a Maurizio Acerbo. "Innanzitutto ho visto un allargamento dell'area dell'Altra Europa. Ora la sfida è fare in modo che nel processo aperto si attui la piattaforma"
Durante l'assemblea di domenica scorsa al Brancaccio ad un certo punto Tomaso Montanari ha sottolineato che la forza politica che potrebbe nascere a sinistra in vista delle elezioni del 2018 deve aspirare ad ottenere un risultato politico a due cifre. E non come mera sommatoria di sigle, ha aggiunto. Maurizio Acerbo, ragionando a freddo in questa intervista audio (clicca qui per ascoltare)... di FABIO SEBASTIANI

Torino, le follie della polizia a Piazza Giulia ieri sera. Locatelli (Prc): "Violenze assurde e inammissibili"
Ancora una volta Torino è stata teatro di scontri "e violenze assurde, inammissibili", come sottolinea Enzo Locatelli, segretario del Prc di Torino e membro della segreteria nazionale. Scontri e violenze scatenate ieri sera a seguito dello stato d’assedio in cui è stata posta Piazza Giulia e quartieri limitrofi dalle forze di polizia intervenute in tenuta antisommossa. La... di REDAZIONE

Portare in parlamento il mondo della sinistra e di chi non vota più
C’è una spaccatura profonda, a sinistra. Ma non è quella tra le sigle, i nomi, i cartelli: è quella tra chi è dentro il gioco autoreferenziale della «politica» praticata e chi ne è fuori. Una spaccatura che contribuisce in modo decisivo ad allargarne una ancora più profonda: quella tra chi vota e chi non vota più. Per questo gli... di TOMASO MONTANARI

I parchi cambiano pelle e senza il benestare degli ambientalisti
I parchi, ovvero le 27 aree protette nazionali e le 120 aree protette regionali – il polmone d’Italia – cambiano registro con una nuova legge quadro approvata ieri dalla Camera e quindi tornata in seconda lettura al Senato. Ma su questo cambiamento di pelle non c’è per niente accordo. Le associazioni ambientaliste – non proprio tutte ma 12 sigle, le... di RACHELE GONNELLI

Evo Morales chiede un “mondo senza muri” dove nessuno è illegale
Una conferenza di due giorni in Bolivia propone una forma di cittadinanza universale che rispetti identità diverse. Tra gli invitati l'ex segretario nazionale del Prc Paolo Ferrero Il presidente boliviano Evo Morales ha lanciato la Conferenza mondiale dei popoli per un “mondo senza muri” martedì a Cochabamba, chiedendo di porre fine alla discriminazione e all’odio...

Inizio Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. Fine
Ultime notizie per Tematica
Rete delle "Città in Comune". Doppia tappa nel week end a Milano e a Roma
Sabato 24 giugno doppia tappa, Milano e Roma, della carovana promossa dalla Rete delle “Città in Comune” per un programma d’alternativa per il paese. Costruito dal basso, dalle città. Temi: salute, trasporti, ecc, gli effetti devastanti delle privatizzazioni. Cambiare rotta, per un pubblico che riduca le disuguaglianze Per le “Piazze...
Per la lunga marcia della sinistra l’obiettivo oggi non è il governo
Un processo lungo mezzo secolo. Ancora due indagini aperte
Crisi. Ottocentomila via dall’Italia in cinque anni
Osservatorio consulenti del lavoro. Effetto crisi: quasi due terzi sono «expat», tutti gli altri sono stranieri tornati indietro. Ulteriori 380 mila si sono spostati invece dal Sud al Nord del Paese Un esercito di 509 mila italiani si è cancellato dall’anagrafe per trasferirsi all’estero per motivi di lavoro nel periodo 2008-2016. È quanto risulta dal...
Morire di superlavoro nella Sanità malata. Una sentenza della Cassazione punta il dito contro le aziende sanitarie
Voucher, l'allarme del settore del turismo. "Peggioreranno le condizioni di lavoro"
Alienare una gravidanza. Qualche obiezione di metodo e di merito
Sulla gestazione per altri (Gpa) mi è stato difficile finora intervenire, perché il dibattito in corso, soprattutto sui social network, si muove su quelle che considero, in senso lato, «logiche di guerra»: fronti in opposizione che si scambiano le stesse accuse –«indegnità», «resa al neoliberismo», al patriarcato, ecc.-, e che...
Stadi Mondiali 2018 in Russia, violati diritti umani e sindacali
Carabinieri, inchiesta sulle violenze in Lunigiana, Amnesty: "Emergono particolari sconcertanti"
Cambiamenti climatici, secondo il “Global risk of deadly heat” entro il 2100 la terra potrebbe diventare un girone infernale. L'Italia non è messa bene. E già nel 2017 la situazione è a livelli di allarme
Secondo lo studio “Global risk of deadly heat”, pubblicato su Nature Climate Change da un team di ricerca multidisciplinare statunitense, «entro il 2100 il 74% della popolazione del mondo sarà esposta a ondate di caldo mortali, se le emissioni di gas serra continuano ad aumentare a tassi correnti». Lo studio aggiunge che se anche le missioni venissero fortemente...
I parchi cambiano pelle e senza il benestare degli ambientalisti
Auto, lo scandalo emissioni si allarga