Lunedì 20 Ottobre 2014 - Ultimo aggiornamento 12:00
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Solidarietà, testimonianze e dichiarazioni per Liberazione. I precari (e gli ex precari) dell'ISPRA USB ISPRA
Possiamo testimoniare che Liberazione è stato uno dei giornali che ci hanno seguito maggiormente nei due mesi trascorsi sul tetto dell'ISPRA, e già questo basterebbe a rendercelo simpatico e a sperare e chiedere con forza che continui ad esistere. Ma il fatto è che quanto successo con noi succede ogni giorno con tanti altri, Liberazione è uno dei pochi giornali che...
IN RUSSIA I ROSSI NON SONO ARANCIONI
Pubblichiamo la traduzione ad opera di marx 21 del documento del pcrf del 26 dicembre. Come si vede da questo articolo la dimensione delle manifestazioni di opposizione al governo Putin sono largamente organizzate dai comunisti e dalla sinistra radicale. Questo è avvenuto anche il 24 dicembre dove in tutta la nazione ci sono state decine di manifestazioni per contestare i brogli. Il dato...

FERRERO (PRC): MONTI RACCONTA BALLE E FA INTERESSI DEGLI SPECULATORI
«Lo spread continua a salire mangiandosi tutti i sacrifici a cui Monti ha obbligato i lavoratori italiani. Oltre al danno la beffa, a causa di un governo che usa la crisi per fare macelleria sociale e non fa nulla contro il vero problema , la speculazione. Il motivo è uno solo: Monti fa gli interessi degli speculatori, non del popolo italiano.  La manovra è iniqua...

Junk food, la malattia professionale dei turnisti
Fra le malattie professionali che colpiscono i turnisti si deve annoverare anche la cattiva alimentazione, un’attitudine che spiana la strada all’obesità e si lega a un aumento del rischio di diabete di “tipo 2”. La categoria dei lavoratori su turno, in cui rientra il 15-20% della popolazione attiva di Europa e Usa, è protagonista di un editoriale pubblicato... di FABRIZIO SALVATORI

L'AQUILA: L'ASSESSORE PRC DENUNCIA SUPERSTIPENDIO VICECOMMISSARIO ALLA RICOSTRUZIONE, IL SUPERCONTESTATO CICCHETTI
FONDI EMERGENZA: PELINI, ''A NOI SI CHIEDONO SACRIFICI E SGE PROSCIUGA RISORSE''(ANSA) - L'AQUILA, 27 DIC - "A NOI SI CHIEDONO SACRIFICI, MENTRE LE STRUTTURE COMMISSARIALI CONTINUANO A PROSCIUGARE RISORSE CHE VENGONO SOTTRATTE ALL'EMERGENZA E ALLA RICOSTRUZIONE". QUESTO IL COMMENTO DELL'ASSESSORE ALL'ASSISTENZA ALLA POPOLAZIONE FABO PELINI A MARGINE DEL CONSIGLIO COMUNALE STRAORDINARIO SUL...

CONTRO LA CRISI : L'OPINIONE
Come definire il regalo di 2 mila miliardi di euro che la Banca Centrale europea ha fatto a tutte le banche dell’eurozona? Una vergogna? Un’ingiustizia? Una cosa necessaria? Io personalmente, ma il mio giudizio vale poco, penso si tratti di una profonda ingiustizia e di un’immensa vergogna che da valore a quel luogo comune secondo il quale il mondo è in mano alle banche.... di MASSIMO RAGNEDDA

VLADIMIRO GIACCHE': IL PATTO PER STABILITA' E CRESCITA E' PATTO PER INSTABILITA' E STAGNAZIONE
Se le cose in Europa non cambiano, e velocemente, l'euro rischia grosso. «Per quanto grandi siano i costi di una rottura dell'unione monetaria, se la moneta unica finisce per significare rendimenti dei titoli di Stato fuori controllo, deflazione salariale e recessioni economiche prolungate, prima o poi il problema si porra". Riportiamo ampi stralci dell'intervista di Vladimiro...

Quell’1% della Bce contro il 4 al Portogallo
Uno per cento, 1%. Cosa fa di questa percentuale, apparentemente tanto insignificante, una cifra moralmente ed eticamente inaccettabile? Semplice, il suo omologo portoghese: 4%. Ricapitoliamo: la Bce, tanto restia a prestare soldi al pubblico, cioè agli stati, presta ai privati, le banche, a tassi prossimi allo 0. Anzi, di più, per statuto non può nemmeno comprare... di GOFFREDO ADINOLFI

Europa unita, il piano “B” non esiste
Per un esito progressista della crisi non resta che impegnarsi in un riequilibrio della situazione sociale, economica e ambientale, nella consapevolezza che l’Unione europea è un passaggio ineludibile La politica economica comunitaria si sta caratterizzando per aspetti sempre più paradossali; due recenti esempi lo confermano. Il 21 dicembre, le banche europee hanno aderito... di FELICE ROBERTO PIZZUTI

Poco sotto l’albero
Fare un bilancio economico delle festività il 26 dicembre può sembrare affrettato. Ma questo non è stato un Natale nella norma e – contrariamente al solito – questa volta i negozianti hanno ragione a piangere. Le stime del Codacons ci dicono che la spesa delle famiglie per pranzi e regali si è fortemente ridotta. A soffrire maggiormente è stato il... di GALAPAGOS

Diritto alla casa, “dall’indignazione all’azione” Ondata di occupazioni in tutta la Spagna
. Dopo gli indignados, da Madrid parte un nuovo movimento che si appropria di edifici di banche e finanziarie per consegnarli alle famiglie che si sono viste pignorare le loro abitazioni. Nel silenzio della politica, questa pratica sta riscuotendo un consenso popolare senza precedenti  “La cosa peggiore che adesso possiamo fare è quella di arrenderci – dice Ana... di CRISTINA ARTONI

IL WASHINGTON POST TIFA PER MONTI E SPERA CHE LA CRISI SI AGGRAVI ( COSI SI SUPERANO LE RESISTENZE)
«Il futuro dell'economia mondiale forse dipende alla capacità dell'Europa di risolvere la sua crisi del debito. E l'Europa probabilmente non sarà in grado di risolvere la sua crisi a meno che l'Italia non rimetta la sua situazione finanziaria in ordine». In pratica il destino del capitalismo occidentale è nelle mani dell'Italia o meglio di Mario Monti. Questa...

Riccardo Realfonzo e Antonella Stirati: Monti e la salvezza italiana
Medicina amara, ma necessaria? Monti ne è convinto, e presenta in Parlamento il conto di una manovra di “risanamento” aspramente restrittiva. Ma ci sono molte ragioni per dubitarne. Infatti, come sostenuto da numerosi e autorevoli economisti (si rinvia a riguardo alla “Lettera degli economisti” del 2010 e al più recente documentocontro le politiche di...

Walden Bello: Crisi europea e socialdemocratici tedeschi
La Germania torreggia sull’Europa come un colosso. La sua economia è la maggiore dell’Unione Europea, pari al 20% del PIL della UE. Mentre la maggior parte delle economie dell’Europa è in stagnazione, quella tedesca avrà una crescita di circa il 2,9% nel 2011. Vanta il tasso di disoccupazione più basso (5,5%) delle maggiori economie europee,... di WALDEN BELLO

Il Brasile è la sesta economia del mondo
Il successo clamoroso del Brasile nell’ultimo decennio è una delle dimostrazioni più eclatanti di quanto possa essere dogmatico e miope il mercato. Quando «l’operaio Lula» fu eletto presidente del Brasile nel 2002, la moneta brasiliana, il real, crollò nei confronti del dollaro e il «rischio Paese» tra gli assicuratori e gli speculatori...

Tre anni fa «Piombo fuso» su Gaza contro gli «inesistenti» palestinesi
«Erano passate da poco le 11. Quel giorno ero impegnato a preparare gli esami, tutto appariva tranquillo. Sorseggiavo una tazza di tè quando all'improvviso dei forti boati scossero la casa. Non riuscivo a capire, strinsi forte le mani di mia sorella che tremava come una foglia. Poi mi resi conti che cadevano bombe». Così Mohammed Suleiman, giovane blogger palestinese,... di MICHELE GIORGIO

CRISI: SPREAD SALE A 516,6 PUNTI, RENDIMENTO AL 7,11%
ROMA, 27 DIC - Non si arresta la forbice dello spread tra Bot decennali italiani e Bund tedeschi. Il differenziale sale a 516,6 punti percentuali con rendimento al 7,11%.