Sabato 19 Aprile 2014 - Ultimo aggiornamento 12:00
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
TAV: LEADER NO TAV, SIAMO DIECIMILA, GRAZIE MARONI
TORINO, 30 LUG - «Siamo 10.000: grazie Maroni, grazie al Pd e a tutti quelli che hanno gufato contro questa manifestazione»: lo hanno detto i leader del movimento No Tav in testa il corteo, che si è svolto finora senza alcun problema e che sta percorrendo i sentieri tra Giaglione e la Maddalena di Chiomonte. Non vi sono stati problemi neanche al passaggio sotto il cavalcavia dell'autostrada A32...
Chi scommette sulle calende di agosto
di Annamaria Simonazzi (sbilanciamoci.info) Se negli Usa non ci sarà un accordo sul limite massimo del debito, ne potrebbero conseguire l'avvitamento del sistema finanziario e la caduta del dollaro come moneta di riferimento Lo stallo nella discussione sull’innalzamento del limite del debito americano apre scenari preoccupanti per le economie occidentali. Fino a qualche giorno fa il mercato non...

Il debito estero e l'inutile manovra di Tremonti
di Giuseppe Cusin (il manifesto del 30/07/2011) L'aumento del differenziale fra i tassi italiani e tedeschi è imputato all'elevato debito pubblico italiano. Ma si trascura che l'Italia presenta un disavanzo del conto corrente con l'estero nella bilancia dei pagamenti che si prolunga ormai da anni. Il disavanzo dipende da un eccesso delle uscite sulle entrate relative ad importazioni ed...

TAV: A MANIFESTAZIONE ANCHE COMITATO TERREMOTATI L'AQUILA
Giaglione (Torino), 30 lug. - (Adnkronos) - Alla manifestazione no Tav in partenza dal campo sportivo di Giaglione e diretta a Chiomonte partecipano anche una decina di rappresentanti del Comitato di terremotati dell'Aquila '3 e 32', che ricorda l'ora della prima scossa del sisma. «Siamo qui oggi come il 3 luglio -hanno sottolineato i rappresentanti del Comitato- per esprimere solidarietà ad un...

no tav, in migliaia a Giaglione
Iniziato il concentramento nel campo sportivo di Giaglione, Già migliaia di persone tra pranzi al sacco e bandiere #notav

usa: senato boccia piano boehner su debito
Dopo il via libera della Camera Usa, il Senato ha subito bocciato il piano dello speaker repubblicano John Boehner. Con 59 no e 41 si' il piano, che prevede un innalzamento del debito immediato di 900 miliardi di dollari e 917 miliardi di dollari di riduzione del deficit in 10 anni, e' stato respinto dai senatori Usa .

usa: via libera camera a piano boehner su debito
Via libera della Camera Usa al piano dello speaker repubblicano John Boehner. Il piano, passato con 218 voti a favore e 201 contro, prevede un innalzamento del debito immediato di 900 miliardi di dollari e 917 miliardi di dollari di riduzione del deficit in 10 anni. L'aumento del debito eì basso e rendera' necessario un nuovo innalzamento nel 2012 durante la campagna elettorale. Il piano ora...

Autorganizzazione dei lavoratori alla Masseria Boncuri
Questa mattina alle sei, quaranta lavoratori stagionali migranti hanno scioperato spontaneamente dopo aver tentato di contrattare un aumento salariale. Dal campo sono ritornati presso la Masseria Boncuri dove alloggiano e hanno tenuto un'assemblea nel corso della quale è stato nominato tra loro un rappresentante per ogni comunità ed elaborata una piattaforma rivendicativa. E' stato ottenuto un...

Intervista a Luciano Gallino: «Via il governo, e poi?»
di FRANCESCO PICCIONI - IL MANIFESTO del 30 LUGLIO 2011 Intervista a Luciano Gallino, sociologo e docente: "bisogna fare una constatazione preoccupante: che anche i grandi sindacati, Cgil compresa, sono entrati nella sfera delle opzioni della destra europea. Che in molti casi sono fatte proprie dai partiti «socialisti» del Continente..." Si fa presto a dire «patto per la crescita». Se gli...

"Processo lungo", affinché sentenza non giunga mai
Gaetano Azzariti (Liberazione del 30 luglio 2011) Le modifiche agli articoli 190 e 238 bis del codice di procedura penale, approvate ieri dal Senato (relative al cosiddetto "processo lungo") appaiono in contrasto sia con il principio costituzionale del giusto processo (art. 111 Costituzione) sia con il principio europeo del processo equo (articolo 6 delle Convenzione europea dei diritti...

Sud, esplodono i disoccupati
di ANTONIO SCIOTTO - IL MANIFESTO del 30 LUGLIO 2011 Crisi italiana Il sud del Paese colpito più forte rispetto al centro-nord. La più disastrata è la fascia under 35: a casa senza far nulla Dati allarmanti dal Rapporto Svimez: due giovani su tre non studiano né lavorano. Si fermano i consumi delle famiglie e moltissimi scelgono di non cercare più neanche un'occupazione. Un ritratto impietoso...

Il governo delle disuguaglianze
Sarà pur traballante per i colpi subiti con le elezioni amministrative, i referendum e le inchieste sui vari scandali, ma per gli affari personali - giustizia in primis - il cavaliere tiene saldamente in pugno la sua maggioranza parlamentare e continua a servirsene per ottenere l'impunità nei tanti processi che ancora lo assillano. Cambia nome il guardasigilli ma non cambiano gli spartiti che...

SCUOLA: ASILO NIDO E MENSA COSTANO 10% REDDITO MAMMA E PAPÀ
ROMA, 30 LUG - La frequenza della scuola per l'infanzia pesa mediamente sulle tasche delle mamme e dei papà italiani 317 euro mensili (3.170 euro l'anno), incidendo per il 9,9% sul reddito netto familiare. Nel dettaglio, per la frequenza di un asilo nido comunale si spendono in media 246 euro mensili, che equivalgono al 7,7% del reddito familiare, mentre per le mense scolastiche nelle scuole...

Referendum proporzionale. Grave responsabilità di Passigli (e Vendola)
Via la legge "porcata" per uscire dalla palude del berlusconismo di Raul Mordenti Il berlusconismo sarebbe stato impossibile, anzi semplicemente impensabile, senza il sistema elettorale maggioritario, e oggi una fuoruscita del paese dalla palude fangosa del berlusconismo non è possibile se non ci si libera dalla legge elettorale "porcata" e, prima ancora, dalla cultura politica maggioritaria...

Ristrutturare il debito, la strategia del Bloco
di Goffredo Adinolfi (il manifesto del 29/07/2011) «Piani di aiuti punitivi stanno aggravando le diseguaglianze in Europa». La proposta di Miguel Portas, eurodeputato della sinistra portoghese: finanziare investimenti con gli Eurobonds, tassare le transazioni finanziarie La crisi dei debiti sovrani oggi è questione europea - con l'Europa intesa non solo come entità geografica ma soprattutto come...

Rischio mortale per l'Europa, tra crisi economica e deliri di destra
di Bruno Steri (Liberazione del 29/07/2011) Anche l’opinione pubblica italiana ha scoperto all’improvviso che l’Europa non è poi così lontana come è fin qui apparsa. A scuoterne violentemente l’attenzione sono stati l’allarme suscitato dalla crisi dei debiti sovrani e dalle incursioni che, per opera di invisibili agenti dei “mercati”, hanno investito gli equilibri di bilancio del nostro Paese; e,...

QUASI META' DEL NOSTRO DEBITO LO HANNO LE BANCHE ITALIANE, L'ALTRA META' LE BANCHE STRANIERE
La gran parte del debito pubblico italiano è nelle mani di investitori nazionali, con un livello ben più alto rispetto alle altre piazze europee, l'altra metà è di investitori stranieri. Morgan Stanley in un recente studio dice qualcosa di serio che dovrebbe far riflettere molti, che ci dicono che il nostro debito pubblico è in mano ai piccoli risparmiatori. «I dati ufficiali diffusi dalla Banca...