Lunedì 22 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 16:49
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Toyota, per le auto difettoserichiesta-danni di 3,36 miliardi
La cifra è di 3,36 miliardi di dollari (2,6 miliardi di euro) e indica la somma che Toyota potrebbe dover sborsare per i difetti delle sue auto richiamate dal mercato. Secondo Tim Howard, docente dell'università di Boston che coordina diverse cause contro la casa giapponese, per ogni veicolo difettoso la media del risarcimento dovrebbe aggirarsi attorno ai 600 dollari. Toyota, secondo quanto...
"Quattro miliardi per salvare l'Italia" A rischio sette comuni su dieci
ROMA - Quattro miliardi di euro per rimettere a posto il sistema idraulico dell'Italia possono sembrare molti. Ma rappresentano più o meno quanto costano allo Stato ogni anno alluvioni, frane e terremoti. Lasciando da parte i terremoti, che si curano con la buona edilizia, si può dire che le spese di un intervento risanatore in campo idrico verrebbero recuperate nell'arco di pochissimi anni....

CRISI ECONOMICA: FEDERCONSUMATORI E ADUSBEF, INTERVENIRE SU POTERE D'ACQUISTO
(IRIS) - ROMA, 16 FEB - “Dopo i dati drammatici di ieri sulle esportazioni (un calo di oltre il 20%), oggi giunge l’ennesima batosta da Finmeccanica, secondo la quale la produzione industriale, nel 2009, è crollata del -27,1%.   Di quali altri dati vi è bisogno per attestare la profonda crisi cui versa l’economia italiana? Se lo chiedono chiedono Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti di ...

AFGHANISTAN, TUTTI HANNO VOTATO SI E TUTTI TACCIONO SULLE STRAGI DI CIVILI
Riportiamo l'articolo di peacereporter su quanto avviene in Afghanistan. Registriamo una censura vergognosa di tutti i media di regime, compresi i media "amici" dei partiti dell'opposizione parlamentare che compattamente, il 9 febbraio, ha votato all'unanimità a favore della guerra in Afghanistan insieme al PDL. "Marjah val bene una strage Marines in difficoltà a Marjah, da dove la Croce...

Basta precarietà, basta caporali! Basta morti sul lavoro! il 13 marzo convegno della Rete nazionale per la sicurezza sul lavoro.
Di precarietà si muore. La precarizzazione dei rapporti di lavoro sta degradando profondamente la condizione dei lavoratori, che definire "moderno schiavismo" non è certo retorica o demagogia. La precarietà introdotta nelle varie controriforme del mercato del lavoro ha trasformato il lavoratore-merce completamente "flessibile", asservito ai bisogni del padronato, senza diritti, senza...

PAR CONDICIO: DILIBERTO (PDCI), ORA LA RAI GARANTISCA ACCESSO A TUTTI I PARTITI
(IRIS) - ROMA, 16 FEB - ''Bene il Cda Rai, ma sia par condicio per tutti e non per pochi'',Sono lo parole di  Oliviero Diliberto, segretario del Pdci. ''Il Cda Rai  - ha proseguito - si preoccupi di garantire accesso e visibilita' informativa a tutti i partiti politici impegnati nella campagna elettorale per le Regionali". "In Rai, ai danni del PdCI e della Federazione della sinistra - ha...

Fisco: Epifani, dati confermano ragioni sciopero
Il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, sottolinea che, soprattutto in tempo di crisi, "avere un cuneo fiscale sul lavoro di queste dimensioni non è nè giusto nè economicamente corretto". Ribadisce la volontà del sindacato di "andare avanti con lo sciopero e le altre iniziative" in cantiere per cambiare la situazione. I dati diffusi oggi (16 febbraio) dal dipartimento delle...

Borsellino: “Ingannato da Di Pietro. Mai più Agende Rosse con l’Idv”
di Salvatore Borsellino, da 19luglio1992.org Sono profondamente deluso dalla scelta di Antonio Di Pietro di appoggiare De Luca in Campania allineandosi alle posizioni del PD e della scelta effettuata nelle Marche di aderire ad una coalizione con l'UDC, con un partito cioè che è presente in parlamento solo per i voti assicurati da Cuffaro, condannato già in secondo grado per i suoi rapporti con...

FERRERO (FEDERAZ SINISTRA): FIAT, DOMANI DAVANTI CANCELLI FMA DI AVELLINO INSIEME A LAVORATORI IN LOTTA - AZIENDA SI FACCIA CARICO DEL LORO FUTURO, GOVERNO INTERVENGA SUBITO.
Domani 17 febbraio, a partire dalle ore 16, sarò, in qualità di segretario di Rifondazione Comunista e portavoce della Federazione della Sinistra, dinanzi ai cancelli della FMA di Pratola Serra (Avellino), fabbrica che, con i suoi oltre 1.600 addetti, è uno dei più importanti stabilimenti motoristici del Gruppo FIAT, per portare la solidarietà ai lavoratori in lotta e per affrontare a livello...

La Sicilia frana. Invertiamo la rotta, serve un piano di messa in sicurezza e risanamento del territorio.
“La Sicilia frana, non solo a San Fratello e in tutta l’area dei Nebrodi, ma in ogni zona dell’isola da oriente ad occidente. Gli allarmi lanciati dopo le tragedie di Giampilieri, Scaletta Zanclea, Favara sono rimasti inascoltati” - ha affermato il segretario regionale di Rifondazione Comunista, Luca Cangemi. “Il dissesto idrogeologico è ormai arrivato al punto di rottura nella nostra isola, per...

Un’impresa meccanica su tre pensa a nuovi licenziamenti
Circa il 30 per cento delle imprese metalmeccaniche pensa di dover ricorrere a nuovi licenziamenti nei prossimi mesi, solo il 4 per cento pensa al contrario di incrementare l’occupazione. L’emorragia di posti di lavoro nel settore proseguirà ancora nella prima metà dell’anno, per poi invertire la tendenza a fine 2010. È quanto emerge in sintesi dalla tradizionale indagine sull’industria...

Fisco, nel 2008 un contribuente su quattro ha dichiarato un'imposta pari a zero
A pagare le imposte solo 30 milioni e mezzo su 41.663.000 Gli altri dichiarano un reddito al di sotto del minimo, in parte per via di deduzioni e detrazioni Fisco, nel 2008 un contribuente su quattro ha dichiarato un'imposta pari a zero Fisco, nel 2008 un contribuente su quattro ha dichiarato un'imposta pari a zero Il ministro dell'Economia Tremonti ROMA - Un contribuente su quattro, cioè il...

Prezzo della Crisi del 16-02-2010: 'Un Vietnam targato Italia'
di Fabio Sebastiani La vicenda della Meditec di Battipaglia, dove personale altamente specializzato lavorava in condizioni da terzo mondo per conto dell’Alcatel-Lucent, ci dice esattamente dove sta andando il Bel Paese e cosa ci si deve aspettare nel prossimo futuro: pochissime grandi aziende “in chiaro” e tutto il resto, vale a dire il 99% del Pil nazionale, completamente al nero. Non è la...