Giovedì 27 Febbraio 2020 - Ultimo aggiornamento 10:23
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
"2019, trasformismo, piccinerie e poco altro. Alla sinistra il compito di individuare e battersi per l'alternativa". Intervento di Franco Astengo
L’anno del trasformismo e non l’anno delle “Sardine”: questa la scelta (probabilmente controcorrente) per definire il 2019. O meglio la “miseria del trasformismo” se ci riferiamo alle tante piccinerie che agitano oltre misura il sistema politico italiano: trasformismo inteso come conservazione di grandi e piccole porzioni di potere. I riferimenti riguardanti...
No Tav, il messaggio di Nicoletta Dosio: "Quello presente non è l'unico dei mondi possibili". Stasera fiaccolata a Bussoleno
"Sto bene, sono contenta della scelta che ho fatto perché è il risultato di una causa giusta e bella, la lotta NoTav che è anche la lotta per un modello di società diverso e nasce dalla consapevolezza che quello presente non è l’unico dei mondi possibili". Inizia così il breve messaggio che ieri Nicoletta Dosio ha mandato dal carcere Lorusso e...

"... da oggi mio malgrado non sono più una giornalista del Corriere di Calabria". Intervento di Alessia Candito
Dopo sette anni di lavoro e battaglie, da oggi mio malgrado non sono più una giornalista del Corriere della Calabria. Da quando, nel settembre scorso, mi è stato comunicato che non mi sarebbe stato rinnovato il contratto per l’imperdonabile peccato di non provare stima nei confronti della direttrice, ho vissuto tutte le fasi del lutto. La tristezza per essere cacciata da un...

"In Francia scene di lotta di classe che in Italia non vedremo mai, grazie alla cogestione sindacale". Il Domenicale di Controlacrisi, a cura di Federico Giusti
In Francia bloccano il paese contro l'aumento dell'età pensionabile, in Italia si smette di lavorare alle soglie dei 70 anni ma i sindacati siederanno , a Gennaio, al tavolo Governativo per contenere la spesa previndenziale. L'amara riflessione di fine anno non puo' che investire il ruolo subalterno e collaborativo con il capitale delle pricipali centrali sindacali, zitte e buone, o quasi,... di FEDERICO GIUSTI

Dimissioni di Fioramonti, sconcerto e preoccupazione nei sindacati. Stando ai dati Ocse le risorse destinate alla scuola sono davvero poche
Sconcerto e preoccupazione per il futuro: è questa la reazione del mondo della scuola alle dimissioni del ministro Lorenzo Fioramonti, che i sindacati avevano incontrato poco prima di Natale per parlare, anche, del rinnovo del contratto. Associazioni sindacali che si aspettavano di incontrare il titolare di viale Trastevere il 7 gennaio in occasione del primo tavolo di confronto sullo... di REDAZIONE

Migranti, annunciati da Emiliano altri posti "in foresteria" per ospitare i lavoratori agricoli
"Ci sono già 850 posti nelle foresterie realizzate dalla Regione Puglia che sono luoghi dignitosi e attrezzati per ospitare i lavoratori dell'agricoltura, ma non ci fermiamo: stiamo per far partire altre due foresterie con 160 posti complessivi. Saranno così cinque centri: casa Sankara-Fortore a San Severo, Lesina e Poggio Imperiale, oltre a Nardò e Turi". È quanto... di REDAZIONE

Legge Salvini, L'Associazione giuristi democratici: "Abolitela"
L'Associazione Nazionale Giuristi Democratici manifesta il proprio "forte sconcerto per la decisione di infliggere sanzioni fino a quattromila euro -il massimo consentito- a taluni lavoratori del sindacato SI Cobas e altri manifestanti solidali di Prato, colpevoli solamente di aver esercitato i propri diritti costituzionali allo sciopero, alla riunione ed alla libera manifestazione del... di REDAZIONE

Dimissioni di Fioramonti: una partita complessa che ha una lunga lista di temi
Chi ha coraggio non scappa, è questa la risposta della ministra Dadone al compagno di partito Fioramonti dimessosi da Ministro della Pubblica Istruzione. Querelle interna al Mov 5 Stelle (sullo sfondo i soldi che ogni parlamentare deve lasciare al partito) o invece un duplice scontro politico all'ombra di Casaleggio e di Grillo e all'interno della maggioranza di Governo?L'uscita di scena... di FEDERICO GIUSTI

Zara, la protesta dei lavoratori migranti nello store di Ancona: "Siamo uno dei tanti casi di un sistema di sfruttamento diffuso in tutta la filiera delle catene della moda"
"Basta Salari Da Fame! Basta cottimo!". È la frase che chiude il comunicato dei facchini di Zara ad Ancona, che in questi giorni festivi hanno protestato davanti al negozio di Zara di Ancona.“Siamo i lavoratori addetti allo scarico delle merci, ma non siamo dipendenti di questo marchio di proprietà del gruppo Inditex, perché le attività in questione sono... di REDAZIONE

Migranti, in migliaia rischiano l'uscita dai Cas
Migliaia di giovani migranti e intere famiglie accolte dal sistema di accoglienza diffusa, rischiano l’uscita entro il 31 dicembre dai Cas, le strutture di seconda accoglienza in capo ai Comuni. Per una circolare del servizio centrale del Siproimi (Sistema protezione per titolari di protezione internazionale e per i minori stranieri non accompagnati, ndr) ai titolari di protezione... di FABIO SEBASTIANI

"Le morti sul lavoro non sono una tragica fatalità ma il frutto malato del profitto capitalistico". Intervento di Federico Giusti e Massimo Betti
Le morti e gli infortuni sul lavoro non hanno prodotto alcun insegnamento, le ragioni del profitto hanno sempre la meglio, dentro la società capitalistica, sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Si lavora troppo e in condizioni precarie, morti, infortuni e malattie professionali ne sono la dimostrazione.Le statistiche ufficiali sovente annotano dati inferiori alla realtà... di FEDERICO GIUSTI, MASSIMO BETTI

Rohingya, la Commissione europea stanzia gli aiuti umanitari
La Commissione europea ha annunciato nei giorni scorsi lo stanziamento di 10 milioni di euro per fornire aiuti umanitari e protezione alla popolazione Rohingya in Bangladesh e Myanmar. La somma va così ad aggiungersi ai 33 milioni di euro già stanziati nel corso dell'anno per dare assistenza ai rifugiati e agli sfollati ospitati dalle comunità in Myanmar e Bangladesh. Dal... di REDAZIONE

Francia, la lotta va avanti. I sindacati: "Non c'è alcun motivo di fermarsi"
Francia al ventesimo giorno di sciopero, le sigle sindacali hanno deciso di non recedere e continuare la protesta. Come annunciato, solo il 40% dei treni TGV e TER è in circolazione e il 20% dei treni Intercités e Transilien, secondo la SNCF. "Non c'è motivo di fermarsi all'improvviso", ha detto Laurent Brun, segretario generale della CGT-Cheminots, a l'Humanité,... di REDAZIONE