Giovedì 27 Novembre 2014 - Ultimo aggiornamento 09:18
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
POMIGLIANO, MIRAFIORI, INDESIT, ISPRA, NEXANS, ALITALIA, VIGILI DEL FUOCO... ED E' SOLO L'INIZIO!
Solo oggi, manifestazioni e blocchi, cortei e presidi, per chiedere diritti, dignità, lavoro e fine delle delocalizzazioni.

FIOM, CORTEO DI LAVORATORI IN SCIOPERO ATTORNO A MIRAFIORI = Roma, 18 giu. - (Adnkronos) - «I lavoratori delle Carrozzerie della Fiat di Mirafiori, che stamani a Torino hanno attuato uno sciopero di 2 ore, dopo essere usciti dalla Porta 2 dello stabilimento, in corso Settembrini, si sono recati in corteo fino al viale Unione Sovietica dove hanno raggiunto la Porta 5, quella antistante la palazzina degli uffici». È quanto si legge in una nota della Fiom. Secondo quanto dichiarato dal Segretario generale della Fiom di Torino, Federico Bellono, il corteo era composto da «oltre un migliaio di lavoratori che sono scesi in lotta considerando che la vicenda dell'accordo separato relativo allo stabilimento di Pomigliano li riguarda direttamente in quanto lavoratori e in quanto dipendenti del gruppo Fiat».

CRISI ECONOMICA: LAVORATORI DAVANTI A PALAZZO CHIGI, PROTESTA CON VUVUZELAS = Roma, 18 giu. (Adnkronos) - Rumorosa protesta davati a Palazzo Chigi dei lavoratori di diverse aziende in difficoltà. Tenuti a distanza dalla sede del governo, sul marciapiede della Galleria Alberto Sordi, gli operai di Ispra, Nexans e Alitalia, insieme ai rappresentanti di altre aziende e categorie come i medici si fanno sentire con le vuvuzelas, le caratteristiche trombette portate alla ribalta dal mondiale di calcio sudafricano. A pochi metri di distanza, invece, davanti a Montecitorio, i Vigili del Fuoco si limitano ai più tradizionali fischietti per far sentire forte la loro insoddisfazione

INDESIT: LAVORATORI BLOCCANO TRAFFICO NEL BERGAMASCO
ECO S43 S42 S0A QBXH INDESIT: LAVORATORI BLOCCANO TRAFFICO NEL BERGAMASCO (ANSA) - BERGAMO, 18 GIU - I lavoratori dello stabilimento Indesit di Brembate Sopra (Bergamo), in lotta per il posto di lavoro, hanno bloccato dalla mattinata il traffico lungo una strada statale tra Bergamo e Lecco. Ieri si era svolto il primo incontro coi sindacati, ai quali l'azienda ha confermato la volontà di chiudere la fabbrica, dove lavorano 430 dipendenti. Questa mattina oltre un centinaio di persone hanno lasciato il presidio permanente davanti ai cancelli dello stabilimento, e hanno organizzato una manifestazione di protesta a Ponte San Pietro (Bergamo). I lavoratori si sono fermati al rondò nei pressi di Villa Mapelli, bloccando di fatto il traffico lungo la ex statale Briantea che conduce a Lecco. Sul posto ci sono anche polizia e carabinieri, ma al momento non si segnalano momenti di tensioni. (ANSA