Mercoledì 20 Novembre 2019 - Ultimo aggiornamento 19:20
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
A BERGAMO UN ALTRO SFRATTO BLOCCATO DALLA SOLIDARIETA' ATTIVA
GRUMELLO DEL MONTE -BG Fatiha e la sua famiglia per il mese di ottobre potranno rimanere nell’alloggio di Grumello. Fermato un altro sfratto. La solidarietà di Rifondazione Comunista e Rete Contro la Crisi, che chiedono una moratoria al Prefetto Questo il risultato del confronto di stamattina con l’ufficiale ufficiale giudiziario che aveva chiamato le forze dell’ordine per l’esecuzione dello sfratto, che avrebbe letteralmente lasciato per strada l’intera famiglia di Fatiha, del marito, della sorella e del suo figlio di 2 anni. I membri della famiglia, alcuni dei quali iscritti ad una cooperativa, sono entrati in difficoltà economica dopo essere rimasti senza lavoro. Lo sfratto per difficoltà economiche, le stesse che interessano oggi in un momento di crisi migliaia di persone che vivono nella nostra provincia sarebbe stato un esito inaccettabile. L’Unione Inquilini, come già in altre occasioni è intervenuta per evitare lo sfratto. Un presidio con striscioni è stato improvvisato davanti alla abitazione della famiglia colpita da sfratto. Oltre agli esponenti dell’Unione Inquilini al presidio sono intervenuti anche giovani, cittadini ed esponenti di Rifondazione Comunista (Ezio Locatelli e Claudio Sala rispettivamente segretario provinciale e segretario di Circolo). Fra i partecipanti è stata raccolta una sottoscrizione che ha coperto alcune spese del proprietario. Grazie a questa mobilitazione di solidarietà è stato possibile giungere con l’autorità giudiziaria e con la proprietà ad un soluzione condivisa che permette temporaneamente alla famiglia di Fatima di rimanere nella casa di Grumello e da il tempo necessario al sindacato Unione Inquilini di attivarsi nei confronti dell’ amministrazione comunale con l’obbiettivo di pervenire ad una ricollocazione degli inquilini in altro alloggio. Contemporaneamente come dichiara Ezio Locatelli – Segretario provinciale di Rifondazione Comunista: “Siamo qui oggi anche per sollecitare la Prefettura di Bergamo all’apertura di un tavolo provinciale sull’emergenza sfratti per richiedere una moratoria degli sfratti; la requisizione delle case sfitte della grande proprietà, delle immobiliari e delle banche; l’istituzione e il finanziamenti di un fondo di garanzia per sospendere gli sfratti e la risoluzione dei casi piu’ delicati e urgenti riguardanti alcune famiglie”.[Comunicato Prc-Valcalepio,
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi