Sabato 22 Novembre 2014 - Ultimo aggiornamento 10:45
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Rifondazione, parlamentino boccia documento della segreteria nazionale. La posizione di Paolo Ferrero
Il Comitato Politico Nazionale di Rifondazione Comunista, convocato il giorno dopo dello sciopero generale della Fiom per valutare la nuova fase che si è aperta con la ripresa del conflitto sociale, per sottolineare la necessità di organizzare con cura la manifestazione nazionale del 29 novembre organizzata da "l'Altra Europa con Tsipras" e lo sciopero generale del 5 dicembre, si è oggi chiuso senza l'approvazione di alcun documento politico generale. In una situazione che vedeva una cinquantina di assenti, le diverse minoranze, alla fine del dibattito, hanno ritirato i...
Pubblico impiego, un altro schiaffo di Renzi ai lavoratori ma solo la Cgil reagisce con lo sciopero
La riapertura del contratto del pubblico impiego è nell'agenda del governo, "ma nel 2015 non sono previste in bilancio risorse per i rinnovi". Senza mezzi termini, ieri a palazzo Chigi, il Governo non si è lasciato scappare l’occasione per dare un’altra dimostrazione di ostilità verso i lavoratori. Servono due miliardi per il rinnovo, ma Renzi dimostra di sapere...

L’Italia riconosca lo Stato di Palestina
Lanciata da LiberaRete Firma per far sentire la tua voce, dai una chance alla pace. Chiediamo al Governo ed al Parlamento italiano di riconoscere formalmente lo Stato di Palestina. A due anni dal riconoscimento da parte delle Nazioni Unite della Palestina come membro osservatore attraverso un voto plebiscitario (i voti favorevoli sono stati 138, quelli contrari 9 e 41 paesi si sono...

Rifondazione, parlamentino boccia documento della segreteria nazionale. La posizione di Claudio Grassi
Quanto avvenuto il 16 novembre nel Comitato Politico Nazionale di Rifondazione Comunista ha scatenato decine e decine di commenti sui  social network, anche molto livorosi. Come spesso accade la discussione politica lascia il passo a uno sterile posizionamento tattico e a una conseguente deriva fatta da insulti assortiti fra pasdaran  di questo o quello schieramento. Leggo di... di CLAUDIO GRASSI

Sicurezza sul lavoro, parlano gli operai della Fiat. Testimonianze video dal corteo del 25 ottobre
In questa intervista di Libera Tv i lavoratori Fiat dei vari stabilimenti parlano della flessibilità e del nuovo modo di lavorare in  cui ci si ritrova a fare in pochi il lavoro che prima facevano in tanti. Una flessibilità che è in mano totalmente agli imprenditori.http://www.libera.tv/videos/6407/sicurezza-sul-lavoro--parlano-gli-operai-fiat.html di LIBERA TV, ANNA BRUNI

Sicurezza sul lavoro, parlano gli operai della Fiat. Testimonianze video dal corteo del 25 ottobre
In questa intervista di Libera Tv i lavoratori Fiat dei vari stabilimenti parlano della flessibilità e del nuovo modo di lavorare in  cui ci si ritrova a fare in pochi il lavoro che prima facevano in tanti. L'azienda nasconde i piccoli infortuni. La flessibilità che è in mano totalmente ai...

Roma, periferie abbandonate a se stesse. Il degrado è della politica
Non era scontato che Tor Sapienza diventasse famosa per i gravi incidenti di questi giorni. Il quartiere vanta infatti quarant’anni di onorato servizio, essendo stato realizzato nella metà degli anni ’70: due generazioni di abitanti si sono succeduti in quel luogo e fino a oggi non era mai accaduto nulla di eclatante. Era un quartiere periferico nato nella grande stagione del... di PAOLO BERDINI

"Andiamo avanti per costruire l'opposizione sociale molteplice". Intervista al Laboratorio sciopero sociale di Milano
Tra le venti città in cui ieri c’è stata l’ondata di proteste suscitate dalla “molteplicità” e dalla “contaminazione”, Milano rappresenta sicuramente un osservatorio privilegiato perché qui hanno camminato fianco a fianco Fiom e Sciopero sociale. Dal palco di piazza Duomo, stracolma di presenze, è intervenuto un rappresentante... di FABIO SEBASTIANI

Grecia, cortei e sit in oggi per ricordare la rivolta del Politecnico nel 1973
Controllati da ben 7.000 agenti di polizia in tenuta antisommossa, decine di migliaia di studenti e di cittadini si stanno preparando oggi per partecipare alla tradizionale sfilata in memoria della sanguinosa rivolta degli universitari del Politecnico di Atene del 17 novembre 1973 contro il regime dei colonnelli allora al potere che aprì la strada al ritorno della democrazia nel... di FABRIZIO SALVATORI

Udu e Rete degli studenti, blitz notturno al ministero del Lavoro
“Blitz notturno davanti al Ministero del lavoro #costruiamoilfuturo se non per tutti per chi? Vogliamo partire dal diritto allo studio, dai diritti e dal lavoro per costruire un futuro diverso per tutti, questo il messaggio che porteremo come Unione degli Universitari e Rete degli studenti medi per la giornata internazionale dello studente, il 17 novembre”. Lo dicono gli studenti... di REDAZIONE