Giovedì 18 Dicembre 2014 - Ultimo aggiornamento 09:20
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Tredici miliardi per gli F-35
A un giorno di distanza, nes­suna rea­zione vera e forte all’annuncio della mini­stra della difesa Roberta Pinotti. Così, men­tre l’Italia spro­fonda nella crisi e i lavo­ra­tori ancora ieri sono scesi in piazza con­tro il governo, Pinotti ha annun­ciato trion­fante «l’Italia ce l’ha fatta»: è stata scelta dal Pen­ta­gono quale «polo di manu­ten­zione dei veli­voli F-35 schie­rati in Europa, sia di quelli acqui­stati dai paesi euro­pei sia di quelli Usa ope­ranti...
L’altro sciopero: 70 mila studenti nelle piazze e i blitz dello sciopero sociale
Set­tan­ta­mila stu­denti hanno mani­fe­stato ieri in tutta ita­lia con­tro il Jobs Act. A Roma erano in 15 mila ad avere rag­giunto il Miur, a Milano 5 mila, a Torino 2000, a Bari oltre 700 stu­denti ha occu­pato il Castello Svevo. E poi a Genova, a Napoli, a Salerno, a Pisa. «Non è in nostro nome che Renzi può legit­ti­mare...

Ttip: Ces e Afl-Cio uniti nella lotta
“Se i negoziatori non perseguono questi obiettivi, i negoziati dovrebbero essere sospesi”. È la premessa al documento “ Il Ttip deve funzionare per le persone, altrimenti non funzionerà affatto ”, che la Confederazione Europea dei Sindacati (Ces) e la confederazione sindacale statunitense Afl-Cio hanno diffuso congiuntamente nel luglio scorso. Il movimento...

Sì al Workers Act, no al Jobs Act
Il Jobs Act non avrà presumibilmente effetti sull’occupazione, ma sarà certamente pregiudizievole per le condizioni dei lavoratori. È la logica che lo ispira – una logica ampiamente supportata dal pensiero unico neoliberista – a far prevedere questo esito. Non è un mistero che, per la nostra classe governativa, l’impresa sia il soggetto... di CLAUDIO GNESUTTA, NATALIA PACI

Giorgio Airaudo: Rompere la solitudine
Lo sciopero generale di Cgil e Uil è finalmente arrivato a rompere la solitudine delle molte lotte che dentro questa lunga crisi sono state "l'urlo nel silenzio" della politica di un lavoro che non accetta la semplice riduzione a merce tra le merci del lavoro umano. La svalutazione del lavoro come necessità ineluttabile, come condizione permanente dell'economia. Questo, nella crisi,... di GIORGIO AIRAUDO

"Fare libri è una sfida ancora aperta, per chi ha voglia di cercare nuove strade"
Controlacrisi ha intervistato Ilaria Bussoni, di Dervie Approdi,ovvero una casa editrice che vanta un catalogo con un profilo importante, per la gran parte “fuori mercato” e nello stesso tempo cerca di stabilire una nuova relazione basata sull’idea della cultura come strumento per capire la realtà e come bagaglio di riferimento per provare a trasformarla. Domani si... di FABIO SEBASTIANI

I veleni dell'Ilva e l'ipocrisia del Pd
La prossima settimana il Parlamento Europe o, nella sua seduta di Strasburgo, discuterà le diverse mozioni presentate dai gruppi parlamentari in merito alla politica europea sull’acciaio, per la protezione delle industrie e dei lavoratori. La posizione contenuta nella proposta del PPE (del Partito Polare Europeo fanno parte gli europarlamentari eletti nelle liste italiane di Forza... di ANTONIA BATTAGLIA

Da Mafia Capitale a ’ndrangheta Capitale. Così il «mondo di mezzo» flirtava coi clan
L’inchiesta. L’appalto su cui lucrare era sempre quello dell’accoglienza. Anche in Calabria. La coop 29 giugno aveva l’appalto del Cara di Cropani: 1,3 milioni per 240 immigrati. Gli «interessi comuni» di Carminati e Buzzi con i Mancuso Da Mafia Capi­tale a ‘ndran­gheta Capi­tale il passo è stato breve, anzi... di SILVIO MESSINETTI

Bce, dopo il fallimento delle operazioni ordinarie contro la crisi il QE potrebbe essere anticipato
Il sistema finanziario resta sembra incline ad assorbire la liquidità della Bce, lasciando al presidente Mario Draghi poche alternative agli acquisti diretti di titoli, il 'quantitative easing', che potrebbe essere annunciato già a gennaio. Ieri gli istituti di credito dell'Eurozona hanno ricevuto 130 miliardi dai prestiti a quattro anni concessi da Francoforte, contro previsioni... di REDAZIONE

Casa, prima vittoria del movimento degli inquilini degli alloggi popolari
Marcia indietro del ministro Lupi sulla messa in vendita del patrimonio delle case popolari. L’importante risultato,anche se temporaneo, è stato ottenuto a seguito della forte mobilitazione degli inquilini, organizzati con l’AS.I.A/USB, che ieri in centinaia hanno riempito piazzale di Porta Pia a Roma, presidiando il Ministero delle Infrastrutture. Nel corso della... di ALBA VASTANO