Giovedì 03 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento 06:41
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
"CUBA: FIDEL, CONTINUIAMO LA BATTAGLIA PER IL CLIMA" CUBA: FIDEL, CONTINUIAMO LA BATTAGLIA PER IL CLIMA
(ANSA) - L'AVANA, 27 DIC - L'ex presidente cubano Fidel castro ha esortato oggi tutte le nazioni e le persone che non vogliano rassegnarsi al fallimento del vertice climatico di Copenhagen a «continuare la battaglia» contro i Paesi ricchi, con gli Stati Uniti in testa. Nel suo intervento online nel sito Cubadebate, Castro ha definito il testo finale della conferenza «umiliante per molti Stati», ai quali suggerisce di proseguire la lotta e far valere, nelle prossime riunioni mondiali sul tema - in particolare quelle di Bonn e di Messico, «il diritto dell'umanità di esistere». L'ex 'lider...
2009: ANNO DEL CLIMA;POSIZIONI PAESI E OBIETTIVI 2010
(ANSA) - ROMA, 27 DIC - Ecco le basi su cui si chiude il 2009 per il clima: 1) IMPEGNO TAGLI CO2: - Ue: riduzione vincolante delle emissioni di gas ad effetto serra del 20% entro il 2020 rispetto al 1990. È disponibile a salire al 30% solo in presenza di impegni comparabili degli altri partner - Usa: hanno promesso una riduzione del 17% entro il 2020 rispetto al 2005 - Cina: si è impegnata ad una...

Chavez minaccia di esproprio Toyota, Gm, Ford e Fiat
Il presidente del Venezuela Hugo Chavez «punta il mirino» sulle case automobilistiche, tra le quali anche l'italiana Fiat: devono condividere le loro tecnologie con le aziende locali, o verranno cacciate dal paese sudamericano. Un ultimatum che Chavez ha lanciato durante una cerimonia a Caracas, rivolgendosi ai gruppi che contano impianti di assemblaggio nel paese: Ford, General Motors, Toyota e...

Ok del Senato alla riforma di Obama Il presidente: «È un voto storico»
Il piano del presidente darà copertura sanitaria ai 30 milioni di americani che ne sono privi WASHINGTON - Trenta milioni di persone in più, negli Stati Uniti, potranno presto contare sulla copertura delle spese mediche da parte dello Stato. La riforma della sanità americana voluta dal presidente Barack Obama e fortemente contestata dai repubblicani ha ricevuto il via libera dal Senato....

12:30 F1/ Operai Mercedes contestano il maxi-contratto di Schumacher
Roma, 24 dic. (Apcom) - I lavoratori della Mercedes (Gruppo Daimler) insorgono contro il contratto che riporterà Michael Schumacher in Formula 1 al volante della monoposto della casa di Stoccarda. I lavoratori contestano il faraonico contratto da 7 milioni di euro l'anno per tre stagioni che la Mercedes, secondo la stampa tedesca, avrebbe accordato al sette volte campione del mondo. "E' difficile...

14:43 - AUTO: ANCHE VOLVO ALLA CINA E PECHINO AVANZA NELLE 4 RUOTE (IL PUNTO)
(ASCA) - Roma, 23 dic - Somiglia a un ex impero l'industria dell'auto americana. Un impero che continua a perdere pezzi.La devastante crisi che ha colpito il mondo dell'auto e' arrivata in una fase di debolezza per l'industria a stelle e strisce, finora salvata solo dal massiccio intervento del contribuente, dopo aver accusato perdite di quasi 100 miliardi di dollari tra il 2004 e il 2008. ...

Dopo Copenhagen. Nessun vincitore, molti sconfitti
La fine misera della Conferenza Onu sui cambiamenti climatici mostra tutti i limiti di un sistema di governance mondiale incapace di produrre decisioni sui grandi temi. Ci hanno fatto credere di poter gestire la globalizzazione. Non hanno saputo prevedere la peggiore crisi finanziaria degli ultimi settant’anni. Ci hanno spiegato che sarebbero intervenuti per sanare il...

Usa,riforma sanità passa test cruciale,voto finale entro Natale
Usa,riforma sanità passa test cruciale,voto finale entro Natale WASHINGTON (Reuters) - Il pacchetto di riforma del sistema sanitario ha passato oggi un test cruciale al Senato Usa, con 60 democratici che hanno votato per porre il provvedimento, fortemente voluto dal presidente Barack Obama, sulla...

Clima, accordo dimezzato. Delusi i paesi europei.
Il pianeta può attendere. La Conferenza Onu di Copenaghen sul cambiamento climatico partorisce un compromesso al ribasso, che rimanda al futuro la definizione degli impegni di riduzione delle emissioni. Il testo, frutto dell’accordo tra Stati Uniti, Cina, India, Brasile e Sudafrica, è una toppa messa all’ultimo momento per nascondere il sostanziale fallimento di un negoziato che per 12 giorni...

Accordo a Copenaghen ma non ci sono i vincoli
COPENAGHEN - Alla Conferenza Onu sul clima alla fine l'accordo c'è, ma non soddisfa le attese del mondo. Al termine di una giornata convulsa, una fonte della delegazione americana ha reso noto che il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha trovato un'intesa con il premier cinese Wen Jabao, il primo ministro indiano Manmohan Sing e il leader sudafricano Jacob Zuma. L'accordo riguarda anche un...