Mercoledì 20 Novembre 2019 - Ultimo aggiornamento 15:08
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
'Ndrangheta esclusa dalla processione Spari alla casa del priore

Esclusi da una rappresentazione religiosa, gli affiliati alle cosche della 'ndrangheta hanno sparato a scopo intimidatorio contro il
cancello dell'abitazione del priore della confraternita che organizza il rito, provocandone la sospensione.
E' accaduto a Sant'Onofrio, comune del vibonese, dove ieri e' saltata la tradizionale ''Affruntata'', manifestazione pasquale durante la quale tre statue raffiguranti Maria Addolorata, Gesu' e San Giovanni vengono trasportate a spalla, da quattro portatori per statua, per simboleggiare l'incontro dopo la resurrezione di Cristo.
L'intimidazione e' stata compiuta sabato sera ai danni del presule della confraternita del Santissimo Rosario, Michele Virdo'. Ignoti hanno sparato due colpi di pistola contro il cancello esterno dell'abitazione dell'uomo. In seguito all'intimidazione, il parroco, sentito il vescovo Luigi Renzo, e d'accordo con i carabinieri, ha deciso di sospendere la manifestazione, che potrebbe slittare a domenica prossima.
In passato, secondo quanto e' emerso anche da alcune inchieste giudiziarie, pregiudicati e 'ndranghetisti erano soliti portare a spalla una delle statue come segno di visibilita' e di forza nei confronti della cittadinanza. Una pratica fortemente osteggiata da mons. Renzo, che con una direttiva a tutte le parrocchie della Diocesi ha invitato ad una maggiore prudenza nella scelta dei figuranti. Cosa che quest'anno, a Sant'Onofrio, e' avvenuta. Una delle ipotesi su cui stanno lavorando i carabinieri e' che l'esclusione dalla manifestazione possa avere spinto qualcuno a ''reagire'', sparando contro il cancello del priore della Confraternita che organizza l'''Affruntata''.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi