Lunedì 30 Marzo 2020 - Ultimo aggiornamento 14:36
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Migranti, protesta della comunità tunisina a Ravenna per la morte di Hamdi

Si chiamava Hamdi Ben Hassen, avrebbe compiuto 27 anni a settembre, faceva il meccanico e abitava a Gambellara, una frazione di campagna alle porte di Ravenna, il tunisino alla guida dell'Audi A3 inseguita la scorsa notte da Marina di Ravenna alla città dai carabinieri. La comunità tunisina ha inscenato una manifestazione di protesta che proseguirà questa sera nelle vie del centro. 

Dopo avere appreso le prime notizie da tv e internet, un centinaio di tunisini - tra amici e semplici connazionali della vittima - si sono radunati fin dal primo pomeriggio davanti al pronto soccorso dell'ospedale di Ravenna. Hanno chiesto di poter riavere al più presto il cadavere per celebrare il rito musulmano. Diversi tunisini hanno sventolato la foto della vittima stampata su un foglio A4 con la scritta: “Ucciso da un carabiniere”. Secondo molti di loro, la fuga sarebbe stata determinata solo dal fatto che il 27enne aveva bevuto un po’ e che guidava con una patente sequestrata. Lasciando l'ospedale, verso le 17.30, hanno annunciato proteste in serata nella centralissima piazza del Popolo e un presidio martedì mattina davanti al tribunale.

Il giovane è morto verso le 7 di questa mattina dopo un intervento chiururgico. Lui era alla guida dell'Audi A3 scura e a bordo c’erano altri due connazionali; l'auto, che gli era stata sequestrata in via amministrativa, gli era stata restituita un decina di giorni fa. Secondo i rilievi finora eseguiti, sono stati esplosi almeno 11 colpi durante un inseguimento originato da un posto di blocco dei vigili urbani; sono in corso verifiche su altri tre possibili spari. Sull’auto sono state rinvenute due armi giocattolo. In ospedale è arrivato anche l'avvocato Luca Donelli, che aveva assistito il giovane in occasione degli ultimi guai con la giustizia: un arresto del giugno scorso per 10 grammi di eroina e uno di fine anno per resistenza a pubblico ufficiale.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi