Venerdì 30 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento 06:08
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Imola, immigrati: sanatoria, su 100 domande solo 5 sono state inviate
Arriva a un centinaio il numero di migranti che, in circa 10 giorni, si è rivolto allo sportello attivato dalla Cgil di Imola per fornire informazioni e consulenze sulla sanatoria: risultano solo 5 tuttavia le domande finora inviate. "Dal 15 settembre, data di inizio della sanatoria, ad oggi- riferisce Nicola Ballarano dell'ufficio Immigrati- più di 100 persone si sono già rivolte ai nostri uffici per chiedere
informazioni e verificare i requisiti, che sono molto restrittivi e rendono estremamente difficoltoso far emergere rapporti di lavoro in nero". Quali sono dunque gli ostacoli alla presentaizone della domanda? Il costo è di certo elevato, ma altro intralcio è la richiesta della prova di presenza in Italia al 31 dicembre 2011 con rilascio da organisimi pubblici.
Il datore di lavoro deve pagare 1.000 euro per ciascun lavoratore e almeno sei mesi di contributi.
Per l'immigrato irregolare c'è la difficoltà di dimostrare la sua presenza in Italia. Le pubbliche amministrazioni infatti non possono produrre documentazione, eccetto casi molto rari e molto particolari, per stranieri presenti nel territorio in modo irregolare.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi