Mercoledì 22 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 22:34
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Anonymous, dopo gli arresti passa al contrattacco e blocca il sito del Tribunale di Roma
Anonymous riprende la pratica degli attacchi “tango down”. E stamattina ha centrato l’obiettivo del Tribunale di Roma. Si è trattato di un vero e proprio “Tango Down”, ossia il classico 'attacco' compiuto dagli hacktivisti ai danni di siti internet. E tale nome è lo stesso dell’operazione della Polizia Postale che ha portato all’arresto di quattro presunti membri di Anonymous durante la scorsa settimana.

La conferma arriva direttamente dal blog ufficiale di Anonymous Italia. Nella rivendicazione c'è l'esplicito riferimento agli arresti e alle perquisizioni effettuate tra Venezia, Bologna, Roma, Milano. In un post precedente Anonymous prendeva le difese di uno degli arrestati (MadHat) definito dalla polizia "hacker mercenario". "Se fosse davvero lui - scrivono gli hacktivisti- intendiamo urlare a tutto il mondo che non ha mai agito in nome del profitto". "Urliamo il nostro sdegno e il nostro disprezzo - aggiungono - nei confronti dei veri profittatori: coloro che per poche briciole di notorietà infangano uno degli hacktivisti più puri che Anonymous abbia mai avuto".



Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi