Domenica 19 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 09:19
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Strage di Brescia, Cgil: "Ancora non c'è giustizia. Continuiamo a chiederla"
"A trentanove anni dall'esplosione dell'ordigno che a Brescia, in piazza della Loggia, uccise otto persone, ferendone centinaia, ci troviamo ancora una volta a chiedere giustizia, la sola che può chiudere definitivamente una delle pagine più buie della nostra Repubblica. Continueremo a cercarla e a pretenderla, senza sosta, perché si faccia luce contro chi in quegli anni uccideva per fermare l'istanza di progresso che percorreva la società e il movimento dei lavoratori". Così in una nota la Cgil, che dopo aver ricordato la “tristemente nota verità storica e politica di quei fatti” sottolinea la necessità, “vitale per il paese”, di “ottenere risposte dal punto di vista giudiziario. Un bisogno che investe non solo la città di Brescia, e con essa l'intero paese, ma soprattutto i familiari delle vittime coinvolte, sospesi in un vuoto insostenibile. Una verità, inoltre, che dobbiamo anche al nostro Stato, perché non resti segnato da silenzi e da omertà". Infine, conclude la nota, "in un momento difficile per la storia del nostro paese, attraversato dal quinto anno di una crisi pesantissima mai registrata prima, rivendicare e ottenere la verità su quei fatti, costruire definitivamente una memoria condivisa, potrebbe contribuire in modo determinate a ricostruire un clima di rinnovata fiducia nella democrazia e le istituzioni nel nostro paese". Paolo Ferrero, portavoce del Prc, ha chiesto la rimozione del segreto di Stato.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi