Giovedì 21 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento 16:44
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Cemento all'Acqua Bullicante, i cittadini presentano il ricorso al Tar del Lazio
Gli avvocati di Progetto Diritti, Mario Angelelli e Arturo Salerni, hanno inoltrato il ricorso al Tar Lazio, chiamando in giudizio Comune di Roma, Regione Lazio, Sovrintendenza Archeologica, LIDL Italia s.r.l. e Immobiliare Bullicante s.l.r., contro i provvedimenti di Roma Capitale con i quali permette la costruzione di un centro commerciale nell’area archeologica “Ad duas lauros” in Via dell’Acqua Bullicante.

I giudici del TAR dovranno esprimersi sulla legittimità del procedimento e sulle evidenziate carenze di istruttoria.

I ricorrenti lamentano nel ricorso la violazione di numerosi decreti ministeriali e di norme edilizie.

Il ricorso è stato promosso dal Coordinamento No Cemento a Roma Est che raccoglie abitanti, realtà territoriali e associazioni ambientaliste, con l’assistenza dei legali di Progetto Diritti, i quali hanno chiesto al Tar di esprimersi sulla richiesta di sospensione immediata dei lavori.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi