Lunedì 30 Marzo 2020 - Ultimo aggiornamento 14:36
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Kill the messenger, ligi al dovere contro le porcate della Cia. Il film-verità sui traffici di droga. Recensione da La città futura
Ci sono “storie troppo vere per essere raccontate”. Fra queste vi è l’inchiesta giornalistica Dark Alliance alla base del film Kill the Messenger. Da essa emerge come la guerra alla droga sia strumentalizzata dall’“Impero” per tenere a bada la plebe moderna, militarizzare il territorio, carcerare un numero incredibile di afro-americani e sostenere il terrorismo; tutto per combattere il totalitarismo comunista, ça va sans dire.

Kill the Messenger, titolo tradotto arbitrariamente in italiano con la Regola del gioco, è un film storico basato su una storia vera. Nel 1996 Gary Webb, giornalista del quotidiano San José Mercury News, pubblica i risultati della sua inchiesta intitolata Dark Alliance sull’intreccio tra i trafficanti di droga dell’America Latina e la Cia che, con i profitti dello spaccio di droga negli Usa, finanziava i contras nicaraguensi contro la rivoluzione sandinista. Webb mostra altresì il legame tra questo accordo e la montagna di crack che in quegli stessi anni devastava soprattutto i ghetti neri di Los Angeles.

(continua a leggere)  

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi