Lunedì 19 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 18:51
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Angela, la donna uccisa dal marito in Basilicata. Con la poesia voleva difendere i sentimenti veri. L'appello di un gruppo di poeti di Roma. Il 3 ottobre la commemorazione al Club 55
La donna uccisa in Basilicata da un marito-padrone violento, e armato, è la nostra amica e collega poeta, Angela Ferrara. Angela affrontava spesso lunghi viaggi a Roma per declamare le sue poesie. Poeta di rara sensibilità e grande forza d'animo, solo la violenza bestiale di un uomo poteva fermare la sua voglia di vivere e di esprimere le emozioni. Per Angela la poesia era un bastione importante della sua vita. E nella poesia metteva un impegno fuori dal comune, che tutti noi abbiamo sempre apprezzato.
La frequentazione degli ambienti romani della poesia testimonia non solo la sua grande voglia di evadere e di attingere stimoli in una realtà molto diversa da Cersosimo, dove risiedeva, ma anche la grande determinazione al confronto pubblico e alla relazione professionale di un certo livello.
Di lei abbiamo apprezzato la grande capacità di approcciare le persone sempre e comunque dal lato positivo. Una capacità che denota equilibrio, semplicità e grandezza di vedute. La poesia era il suo percorso di ricerca e ogni appuntamento mostrava i suoi grandi progressi. Un linguaggio semplice e diretto che ci ha sempre sorpreso per la ricchezza delle intuizioni, soprattutto quando si trattava di affascinare i bambini e le bambine con i suoi racconti.
La comunità dei poeti di Roma a partire da questo ennesimo episodio di violenza contro le donne fa suo l’impegno di una battaglia culturale in profondità contro questo vero e proprio cancro. Riteniamo infatti che la poesia oggi più che mai possa rappresentare una occasione per arrivare nel profondo delle persone indicando la via per la gestione dei sentimenti e favorire il percorso dell'autoconsapevolezza, con una grande valenza sociale e individuale. Nel suo nome e nel nome di altre milioni di donne uccise dai proprio uomini dedicheremo il nostro tempo per ricordare ed educare.
Basta omicidi contro le donne. La violenza sessuale sotto qualsiasi forma è un crimine che va prevenuto e stroncato.
Il 3 ottobre(18.30) la trasmissione in diretta dal Club 55 condotta dalla redazione de “La Valigia Blu” sarà dedicata ad Angela Ferrara.

Fabio Sebastiani
Emiliano Scorzoni
Francesca Micacchi
Carla De Angelis
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi