Sabato 07 Dicembre 2019 - Ultimo aggiornamento 23:51
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Il capo indigeno Raoni proposto dagli ambientalisti per il Premio Nobel per la pace del 2020
Ambientalisti e antropologi hanno lanciato una campagna per nominare il capo indigeno Raoni per il Premio Nobel per la pace del 2020, in riconoscimento della sua lotta per preservare l'Amazzonia e le comunità locali brasiliane. Secondo la Fondazione Darcy Ribeiro, che sostiene la candidatura, "l'iniziativa riconosce i meriti di Raoni Metuktire come leader di fama mondiale, il quale, dall'alto dei suoi 90 anni, ha dedicato la sua vita alla lotta per i diritti degli indigeni e alla preservazione dell'Amazzonia". Raoni, che appartiene alla tribù Kaiapò ed è un'icona delle popolazioni indigene dell'Amazzonia, divenne noto in tutto il mondo come difensore dell'ambiente negli anni '80. All'età di 89 anni, Raoni è stato recentemente accolto dal presidente francese, Emmanuel Macron, durante il G7 di Biarritz, nonché da Papa Francesco a Roma. Il leader indigeno ha denunciato gli incendi in Amazzonia e accusato il governo di Jair Bolsonaro di esserne responsabile. Da parte sua, il governo brasiliano nega di aver incoraggiato i focolai e incolpa la siccità per la situazione.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi