Venerdì 05 Giugno 2020 - Ultimo aggiornamento 13:15
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Pedofilia, "Hide and Seek". Quando la chiesa polacca non riesce a nascondere allora chiede l'intervento del Vaticano
Un documentario sull'abuso di minori da parte di sacerdoti e religiosi cattolici in Polonia irrompe nel pieno delle celebrazioni per il centenario della nascita di San Giovanni Paolo II. Dopo che il film "Hide and Seek" è stato visto da quasi 80.000 persone su YouTube, l'arcivescovo polacco Wojciech Polak ha chiesto al Vaticano di "avviare un procedimento" per i casi in questione. Lo riferiscono alcuni siti cattolici polacchi. È il secondo documentario di Tomasz Sekielski sull'abuso di minori all'interno della Chiesa e si concentra in dettaglio su due fratelli che sono presunti vittime di un sacerdote che è stato protetto da un vescovo.

"Il film 'Hide and Seek' che ho appena visto, mostra che gli standard di protezione per bambini e adolescenti nella Chiesa non sono stati rispettati", ha detto Polak in un video trasmesso dall'agenzia di stampa cattolica Kai. L'arcivescovo ha aggiunto di aver chiesto al Vaticano di avviare un procedimento, anche considerata la lettera apostolica di Papa Francesco del marzo 2019 sulla protezione dei minori e delle persone vulnerabili. Nel maggio 2019, Sekielski ha pubblicato "Tell No One", un documentario simile che è stato visto quasi 23,5 milioni di volte su YouTube e ha scatenato una discussione nazionale sugli abusi sessuale da parte del clero. Sekielski ha già annunciato che pubblicherà un terzo documentario sul "ruolo di Giovanni Paolo II" che ad avviso del regista non ha agito per impedire i "crimini commessi da sacerdoti".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi