Martedì 17 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento 16:05
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Roma, sui rischi per il Colosseo dagli scavi della Metro C, ora indaga la Corte dei Conti
Metro C sotto indagine della Corte dei Conti. La conferma arriva da Italia Nostra, che poco meno di tre settimane fa aveva denunciato i rischi che i lavori della metropolitana potevano far correre al Colosseo e a tutti gli edifici dell’area archeologica centrale di Roma. ''In particolare, con lettera in data 15 aprile scorso inviata al prof. Antonio Tamburrino, in rappresentanza delle associazioni Cesia e Italia Nostra, Angelo Raffaele de Dominicis – sottolinea l’associazione - il procuratore Regionale della Corte, informa che ha preso immediatamente in esame, in tutta la sua gravita', l'eventualita' che 'la stabilita' del Colosseo potrebbe essere messa a rischio, le spese per la costruzione della Metro C aumenteranno e saranno prodotti danni all'economia pubblica e al turismo della citta'''', aggiunge.
Per il momento le azioni possibili della Corte dei conti sono quelle di invitare Soprintendenza archeologica, ministero dei Beni Culturali e Ambientali, Sindaco di Roma e Presidente della Giunta Regionale del Lazio ad effettuare gli opportuni accertamenti straordinari e di riferire “sui provvedimenti conseguenti che saranno adottati”. Come le e' noto, il Procuratore del Lazio della Corte dei Conti non ha poteri interdittivi o sospensivi nella materia delle opere pubbliche in fase di esecuzione. “Eventuali errori causativi di danno pubblico potranno essere accertati e contestati innanzi alla Sezione Giurisdizionale di questa Corte – scrive Italia Nostra riportando le parole del Procuratore - quando cio' si rendera' possibile ed opportuno''.
Italia Nostra, quindi, invita ogni candidato Sindaco ad esprimere con chiarezza la propria posizione in merito. Sapere, quindi, se il futuro sindaco di Roma, per quanto riguarda i cantieri della Metro C al Colosseo, intende: sospendere i cantieri al Colosseo per attendere la conclusione delle indagini della Corte dei Conti; procedere subito alla pedonalizzazione di Via dei Fori Imperiali (l'obiettivo, peraltro, e' del tutto incompatibile con i cantieri della Metro C previsti per almeno sette anni); avviare un'inchiesta pubblica per esaminare le alternative all'organizzazione dei cantieri e piu', in generale, per studiare le possibili alternative progettuali all'intera Metro C; prendere in considerazione la progressiva pedonalizzazione dell'intero Centro Storico.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi