Martedì 15 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento 16:48
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Caivano, scoperta un'altra agricoltura dei veleni. Legambiente: "Qui pieno di bombe tossiche"

''Ci domandiamo quante altre bombe tossiche sono nascoste, coperte da vegetazione o da campi coltivati nelle terre di Gomorra? Una cosa e' certa: tra insalate al cadmio, zucchine impazzite, cavoli amari, pomodori alla diossina, frutta al percolato, il pranzo e' servito ed i veleni della discarica arrivano sulla tavola''. Così Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania, commentando l'ultimo ritrovamento di una discarica di rifiuti tossici vicino a campi coltivati a Caivano. “Lo dicono le inchieste, lo certificano i sequestri, lo confermano i pentiti - aggiunge Buonomo - nella pancia di quella che una volta era la Campania Felix, criminali hanno vomitato di tutto: polveri da abbattimento dei fumi di industrie siderurgiche, cromo, rame, zinco, cadmio in quantita' industriali vernici di scarto, fanghi. La provincia di Napoli nell'ultimo Rapporto Ecomafie è maglia nera a livello nazionale per ciclo dei rifiuti con 303 infrazioni, pari ad un'incidenza di 25 reati ogni 100kmq, 364 persone denunciate o arrestate e 180 sequestri effettuati. E davanti a una Cernobyl napoletana la politica resta a guardare passivamente ad una terra che langue e muore''.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi