Martedì 10 Dicembre 2019 - Ultimo aggiornamento 22:18
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Cina, arresti e scontri per la protesta contro l'inceneritore
La polizia cinese ha arrestato una dozzina di persone a Guagzhou, nella Cina meridionale, dopo una manifestazione di protesta contro un inceneritore sfociata in tafferugli. Secondo la stampa di Hong Kong, diecimila persone hanno preso parte alla protesta per impedire la costruzione dell' impianto, considerato dannoso per la salute. I manifestanti sostenevano che l' inceneritore avrebbe ridotto il quartiere a una ''zona della morte''. Secondo quanto riportato da un quotidiano locale, il Nanfang Daily, sul suo microblog, il si definitivo dovrebbe arrivare il 30 agosto prossimo, mentre per febbraio è prevista la prima perizia ambientale, e la realizzazione dell'impianto dovrebbe cominciare a giugno 2014.
Canton prevede entro il 2015 la costruzione di cinque inceneritori. Il problema dei rifiuti urbani è un’emergenza nella capitale del Guangdong. Solo lo scorso anno, la terza città della Cina ha prodotto 40 milioni di tonnellate di rifiuti.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi