Martedì 16 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 21:17
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


I 'guastafeste' anti-discarica marciano ai Fori Imperiali contro Marino
La notte bianca di Roma ai Fori Imperiali, disturbata da “l’incubo delle notti in bianco per la discarica a Roma”. Centinaia di persone ieri sera hanno manifestato con un sit-in e poi con un corteo nel centro della Capitale contro la nuova discarica di Roma, che dovrebbe essere ospitata a qualche chilometro dal santuario del Divino Amore, raggiungendo i Fori Imperiali, dove si stava svolgendo l’inaugurazione per la storica pedonalizzazione. Alcuni manifestanti hanno urlato: “Vergogna e buffone” mentre il sindaco di Roma Ignazio Marino e la presidente della Camera Laura Boldrini stavano percorrendo i Fori. Piu’ tardi uno dei manifestanti e’ riuscito a salire sul palco urlando slogan ma dopo qualche minuto e’ stato bloccato e fatto scendere dagli agenti. Il sindaco Ignazio Marino ha incontrato una delegazione dei manifestanti promettendo per lunedi’ un incontro. ”Abbiamo rovinato la Notte Bianca a Marino, visto che noi passiamo la notte in bianco per la discarica”, hanno spiegato i manifestanti. All’iniziativa hanno anche partecipato esponenti del gruppo del Pdl in Campidoglio, tra i quali la capogruppo Sveva Belviso e l’ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno. I manifestanti hanno esposto l’immagine del Divino Amore ed hanno protestato assieme al parroco. Negli ultimi giorni i manifestanti avevano gia’ messo in scena altre forme di protesta bloccando via Ardeatina per diverse ore: proprio nei pressi del santuario del Divino Amore, la zona dove dovrebbe sorgere la discarica. Questa sera, invece, la protesta dei comitati contro la discarica ha avuto un eco molto piu’ grande, tra i Fori e festeggiamenti di una giornata comunque storica per la citta’, disturbata dall’incubo della discarica.
Rifondazione Comunista di Roma, intanto, si è schierata a fianco dei cittadini del Divino Amore in mobilitazione contro l’apertura della nuova Malagrotta. Due giorni fa ha partecipato alla manifestazione organizzata dai residenti in via Ardeatina. “Sono mesi, ormai anni, che tutta l’attivita’ dei nostri amministratori e’ concentrata sulla disperata ricerca di luoghi ove sotterrare o bruciare i rifiuti – si legge in un comunicato firmato dal segretario Fabio Alberti – mentre nessuna seria politica moderna e sostenibile di riduzione, riuso e riciclo dei materiali e’ stata messa in atto”. “E’ cosi’ che si spaccia per raccolta differenziata la buffonata messa in piedi dall’Ama – continua Alberti – con obiettivi qualitativi e quantitativi ridicoli”. ‘Alberti sottolinea che intanto, non è stata costruita nessuna filiera di recupero né è stata immaginata nessuna politica di riduzione a monte, meno che mai iniziative di educazione alla corretta gestione dei rifiuti. “Come si puo’ pensare che i cittadini possano bersi la fandonia della provvisorieta’ della discarica se un cambiamento di politica non e’ nemmeno all’orizzonte? La realta’ – conclude – e’ che la classe politica che governa Roma da decenni non e’ in grado di affrontare la crisi dei rifiuti perche’ culturalmente arretrata e politicamente succube della lobby delle discariche e degli inceneritori”.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi