Venerdì 18 Settembre 2020 - Ultimo aggiornamento 21:29
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Fukushima, dopo quattro anni la radioattività arriva in Canada
Tracce di radioattività provenienti dalla centrale nucleare di Fukushima sono state trovate nell'acqua di mare al largo del Canada. E' la prima volta che accade dall'incidente che nel 2011 colpì la centrale nucleare giapponese, scossa dal sisma di magnitudo 9, ha spiegato l'Integrated Fukushima Ocean Radionuclide Monitoring (InFORM), un network del quale fanno parte scienziati, ong e militanti ambientalisti. Il campione, raccolto a febbraio, contiene livelli di Cesio "ben al di sotto di quelli che potrebbero mettere in pericolo la salute dell'uomo o dell'ambiente".
Era l'11 marzo 2011 quando un terremoto di magnitudo 9 provocò uno tsunami della velocita' di 750 chilometri orari, con onde fino a 30 metri di altezza: nel giro di poche ore furono distrutte citta' e villaggi lungo 400 km di costa e due reattori di una centrale nucleare nella provincia di Fukushima vennero seriamente danneggiati da esplosioni, con conseguente dispersione di agenti contaminanti.
L'incidente, come Greenpeace valutò per prima, venne classificato dall'AIEA (Agenzia internazionale per l'energia atomica) al grado 7, il massimo grado della scala, prima raggiunto solo dal disastro di Cernobyl.
"Attualmente - si legge in una nota - 120 mila persone non hanno ancora fatto ritorno nelle loro case e il processo di decontaminazione sembra non conoscere fine. Le colline, le montagne e le foreste della Prefettura di Fukushima sono fortemente contaminate. Il risultato è che il materiale radioattivo viene dilavato attraverso i corsi d'acqua e raggiunge anche aree precedentemente decontaminate, ricontaminandole".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi