Domenica 22 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento 18:26
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Africa, sono quasi due milioni le persone colpite dal ciclone Idai. Le vittime per il momento sono intorno a mille
Circa 1,85 milioni di persone sono state colpite dal ciclone Idai in Mozambico, o dalle sue dirette conseguenze. A dare le cifre dell'immane tragedia è stato il coordinatore dell'Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari umanitari (Ocha), Sebastian Rhodes Stampa, fornendo ai giornalisti a Beira i più recenti aggiornamenti sui soccorsi attivati nel paese. La città, situata a nord della capitale Maputo, è stata pesantemente colpita dall'uragano. L'ultimo bilancio aggiornato sulle vittime in Mozambico parla per il momento di 446 morti. Ma se si considera anche Zimbabwe e Malawi si arriva oltre i 750 morti (senza contare i dispersi).
Il coordinatore ha spiegato che alcuni mozambicani "vivono situazioni critiche, si trovano in pericolo di vita. Altri hanno perso ogni sostentamento", e ha aggiunto che il bilancio potrebbe aggravarsi ulteriormente a mano a mano che i soccorritori procedono nelle loro operazioni sul posto. Stampa ha detto che gli operatori Onu nel paese si stanno concentrando nell'individuare i bisogni prioritari dei residenti. Il Mozambico rimane il più colpito dalla crisi umanitaria provocata dal passaggio dell'uragano, con decine di migliaia di case distrutte e centinaia di migliaia di sfollati su un territorio di circa 3 mila chilometri quadrati, un'area grande quanto il Lussemburgo.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi