Lunedì 15 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 21:17
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Brasile, scoperti altri cimiteri clandestini utilizzati dalle milizie paramilitari
La polizia brasiliana ha scoperto i corpi di almeno 20 persone - alcuni con chiari segni di tortura e mutilazioni - in vari terreni alla periferia di Rio de Janeiro, che sarebbero stati usati come cimiteri clandestini dalle milizie paramilitari attive nella città. Sei cadaveri sono stati ritrovati a Itaboraì, nell'Est dell'area metropolitana di Rio, la stessa zona dove la scorsa settimana sono stati trovati altri 14 corpi non identificati. Il commissario Gabriel Poiava ha detto ai media che "abbiamo trovato quello che sembra essere il secondo cimitero clandestino delle milizie, è stato difficile da raggiungere perché il terreno è paludoso", aggiungendo che "speriamo di trovare altri cimiteri nei prossimi giorni". Secondo fonti della polizia i miliziani -che sono spesso ex militari o agenti delle forze dell'ordine- hanno torturato le loro vittime e in alcuni casi hanno strappato i loro cuori e mutilato le loro membra prima di seppellirle. Questi cimiteri sono stati attribuiti alla milizia comandata da Orlando Oliveria Araújo, detto Orlando Curicí, un poliziotto in pensione che si trova in carcere ed è sospettato di aver partecipato all'assassinio della consigliera comunale Marielle Franco, nel marzo dell'anno scorso. Secondo i responsabili dell'inchiesta, la sua milizia avrebbe ucciso e fatto sparire almeno 50 persone dal gennaio 2018 e i loro corpi potrebbero trovarsi in altri cimiteri illegali, ad Itaboaraí o nelle vicinanze.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi