Martedì 25 Febbraio 2020 - Ultimo aggiornamento 12:00
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Precarietà, un tarlo che sta rischia di compromettere anche la Pubblica amministrazione
"Lavoratori sempre più precari e con meno occasioni di formazione: una gravissima tendenza che si registra tra i dipendenti della pubblica amministrazione, un settore che dovrebbe essere uno dei grandi motori della crescita di qualità del Paese". È quanto dichiara la segretaria confederale della Cgil, Tania Scacchetti, commentando in una nota l'Annual Report 2019 di Fpa.
Per la dirigente sindacale, i servizi pubblici "hanno bisogno di personale stabile e qualificato", per questo "vanno sfruttate al meglio le tante risorse già previste per la formazione, che non vengono utilizzate a causa di vincoli che da tempo chiediamo di superare". "Ora - aggiunge Scacchetti - il ministro della P.a, in occasione della conversione in legge del decreto Milleproroghe, potrà finalmente concretizzare uno degli impegni su cui si è spesa più volte e mettere mano ai limiti oggi imposti alla spesa per la formazione, nonché prorogare i requisiti utili alla stabilizzazione dei precari".
La segretaria confederale ricorda, poi, i tre temi che per la Cgil devono essere affrontati dal Governo: "Un Piano straordinario per l'occupazione che non si limiti a coprire il turn-over, formazione e riconoscimento delle competenze, e adeguate risorse per il rinnovo dei contratti".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi