Giovedì 22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento 18:13
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Sito scorie nucleare, la mobilitazione continua soprattutto in Basilicata e in Puglia
"Sosteniamo la necessità di attivare un percorso realmente trasparente in tutte le sue fasi, una consultazione democratica reale, la corretta informazione dei cittadini, la gestione affidata ad un soggetto pubblico indipendente ed imparziale e la possibilità di valutare anche ipotesi alternative al deposito unico nazionale". 
Così in una nota il Comitato "No scorie" di Puglia e Basilicata, nell'ambito delle iniziative per protestare contro l'ipotesi di ospitare un deposito nazionale di rifiuti radioattivi. Dopo le manifestazioni del 28 febbraio in 5 comuni (Altamura, Gravina in Puglia, Laterza, Matera e Oppido Lucano), "la battaglia continua - dice il Comitato - e più forte sarà il nostro impegno, tanto più dopo che è stato raggiunto un primo importante risultato con l'allungamento dei termini per la presentazione delle Osservazioni a 180 giorni. Osservazioni - spiega - che presenteremo anche noi, con il contributo volontario di esperti. Ma, soprattutto, l'impegno continua per rivendicare un diverso percorso attraverso cui individuare la migliore soluzione possibile", che "non può non tener conto delle caratteristiche ambientali e socio-economiche dei territori ed essere basata su indagini tecnico-scientifiche serie e aggiornate".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi