Giovedì 23 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 18:12
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
ALCOA CHIUDE PORTOVESME, OPERAI IN RIVOLTA
'>

(AGI) - Cagliari, 20 nov. - L'Alcoa ha annunciato la chiusura dello stabilimento di produzione primaria dell'alluminio a Portovesme, nel Sulcis Iglesiente. Lo hanno reso noto i delegati sindacali della fabbrica che stamane sono stati ricevuti dal presidente della Regione Ugo Cappellacci per esaminare una possibile risposta ad una decisione che, se verra' confermata, mette a rischio mille posti di lavoro diretti e altrettanti dell'indotto. Al momento i lavoratori di Alcoa si stanno riversando davanti ai cancelli dello stabilimento. Di certo - fanno sapere i sindacati - nelle prossime ore verranno decise iniziative di mobilitazione e protesta. Il possibile blocco della produzione, dopo che nella riunione al ministero dello Sviluppo economico di giovedi' scorso era stato annunciato che gli impianti sarebbero rimasti in funzione, e' stato paventato ieri dall'amministratore delegato di Alcoa Italia, Giuseppe Toia. Il manager, parlando in videoconferenza con i lavoratori, aveva smorzato gli entusiasmi affermando - secondo quanto riportato dai sindacati - che non era stato formalizzato alcun provvedimento per l'allineamento delle tariffe energetiche italiane alla media europea. Sempre secondo quanto riferito dai rappresentanti dei lavoratori, il 17 novembre e' scaduta la tariffa speciale di 27 euro a MGh e si e' tornati ai 68 euro a Mgh in quanto non e' stata adottata la delibera dell'autorita' dell'energia per il prolungamento del regime speciale. Stamane Alcoa ha comunicato la decisione della chiusura degli stabilimenti. No si sa quando diventera' operativa ma, da quanto si e' appreso, e' stato deciso il blocco degli ordinativi dal primo dicembre. Si vivono momenti di tensione nello stabilimento dell'Alcoa di Portovesme dopo l'annuncio, arrivato stamane, della cassa integrazione per tutti i mille dipendenti. I lavoratori si sono riversati nel piazzale della fabbrica e hanno bloccato l'ingresso con dei pesanti tubi di alluminio. Anche le strade d'ingresso allo stabilimento sono presidiate. E' stata anche occupata la direzione dello fabbrica mentre sta per iniziare un'assemblea di tutti i dipendenti.
  Nel frattempo, i rappresentanti sindacali hanno avuto la notizia che l'amministratore delegato di Alcoa Italia, Giuseppe Toia, e' stato convocato al ministero dello Sviluppo economico.
  I rappresentanti dei lavoratori attendono notizie da Roma prima di decidere iniziative di lotta.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi