Giovedì 20 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento 16:26
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
NoBday, già prenotati 400 pullman e il "sogno" di piazza San Giovanni

27/11/2009 13:17 | CONFLITTI - ITALIA

ROMA - Lasciano la piazza virtuale per riempire quella reale. Via da blog, chat e Facebook. I promotori del "Noberlusconiday" si materializzano in un piccolo cinema alternativo a due passi dalla Suburra romana, volti giovani, età media trent'anni, per presentare dal vivo l'appuntamento del 5 dicembre. Appuntamento nato dalla Rete, comunque basso, ma già dai grandi numeri. Sono 400 i pullman prenotati in tutta ltalia e oltre 300 mila le adesioni sul web. Città come Milano, Messina, Catania in cui è ormai difficile reperirne altri, raccontano. E una Piazza del Popolo a Roma che all'improvviso diventa piccola, tanto da far balenare ai ragazzi del comitato l'idea e il sogno (per ora solo quello) di spostare tutto nella più capiente San Giovanni. I partiti ci sono, ma non si vedono. Nel senso che hanno aderito (alcuni almeno) ma i politici non saliranno sul palco, collaborano all'organizzazione ma si limiteranno a sfilare con le bandiere in corteo. Compatti: ldv, Prc, Pdci, Sinistra e libertà, Verdi. O a «pezzi», come il Pd. Segretario Bersani diffidente. Altri, da Debora Serracchiani a Ignazio Marino, da Vincenzo Vita a lvan Scalfarotto e tanti altri pronti a sfilare. Anche alla conferenza stampa di ieri i giovani militanti del Pd sono intervenuti per dire che loro ci saranno. «Le parole d'ordine del Nobday sono anche le nostre» protestano in tanti anche sui blog. Su Facebook 500 che si dichiarano democrats danno vita al gruppo “Nbd del Pd”. Da oggi parte la settimana di “rincorsa al nobday”, spiega il portavoce dei comitato, Massimo Malerba. «Chiediamo agli italiani di mettere qualcosa di viola. Un drappo al balcone, un maglione, una sciarpa, un bracciale. E il colore dell'autodeterminazione dei popoli e lo sarà dei cittadini che non si riconoscono nel berlusconismo». E «viol-azioni pacifiche segneranno i giorni che precedono la piazza» annuncia Gianfranco Mascia del BoBi, Boicotta il Biscione. Sul palco, conferma Sara De Santis che cura l'aspetto artistico, nessun politico, a parlare delle emergenze di questi mesi (giustizia, lavoro, informazione, cittadinanza, formazione e ricerca, etica politica) saranno intellettuali, operai, giuristi, studenti, magistrati. «Perché la difesa della Costituzione, del capo dello Stato e della magistratura sarà il motivo di fondo» dicono Gabriella Magnano di Liberacittadinanza e Franz Mannino del Nobday. Tanti intellettuali e artisti stanno aderendo. Dario Fo, Franca Rame, Moni Ovadia, Lidia Ravera, Furio Colombo, Antonio Tabucchi, Ascanio Celestini, Francesca Fornari, Daniele Silvestri ultimo in ordine di tempo. Il corteo partirà da Piazza della Repubblica per raggiungere Piazza del Popolo. Un servizio d'ordine per scongiurare incidenti. In collegamento, i «Nobday» organizzati dagli italiani davanti alle ambasciate di NewYork e San Francisco, Londra e Berlino, Madrid, Bruxelles, tra le altre piazze internazionali. Parola d'ordine unica: «Berlusconi dimettiti».

di Carmelo Lopapa (la Repubblica del 27/11/2009)

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi