Martedì 15 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento 16:48
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Piazza Fontana, contestazioni e fischi verso Moratti, Podestà e Formigoni

Tensioni e contestazioni nel corso dei due cortei che oggi hanno sfilato nelle vie del centro di Milano per commemorare i 40 anni dalla strage di Piazza Fontana. Fischi e urla sono stati rivolti al sindaco Letizia Moratti, al presidente della Provincia Guido Podest al presidente della Regione Roberto Formigoni. In avvio di manifestazione, inoltre, i militanti dei centri sociali hanno cercato di sfondare i cordoni di polizia per entrare in piazza Fontana. Ci sono stati lanci di petardi e di fumogeni e alcune transenne sono state abbattute.

Per commemorare i 40 anni dalla strage a Milano erano partiti, nel pomeriggio, due cortei. Il primo tato aperto da una delegazione dei familiari delle vittime e dai gonfaloni di numerose cittprimo tra tutti quello di Milano dietro il quale ha sfilato anche il sindaco Letizia Moratti, che tata contestata nel corso del suo intervento. Dal pubblico si sono levati numerosi fischi e una serie di vergogna, vergogna.
Il secondo corteo tato organizzato, invece, da Prc, Comunisti Italiani e diverse organizzazioni della sinistra e dei centri sociali. Con carri, tamburi, decine di bandiere e cartelloni, il secondo corteo ha sfilato da piazza Missori fino a Piazza Fontana, poi ha proseguito fino a piazza San Babila per dirigersi in piazza Santo Stefano. Lungo il percorso sono stati affissi dei manifesti sui muri e sono comparse scritte. Numerosi gli slogan contro il vice sindaco Riccardo De Corato e contro il fascismo, il razzismo e l'omofobia in generale.
Fino alle 17 circa non ci sono stati incidenti particolari. Ma al termine del corteo si sono registrati alcuni tentativi, da parte di un centinaio di "antagonisti" dei centri sociali, di sfondare i cordoni di polizia con tanto di lanci di fumogeni. Il loro obiettivo i entrare nella piazza in cui si tengono le celebrazioni ufficiali.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi