Domenica 29 Marzo 2020 - Ultimo aggiornamento 20:01
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
PRC LODI sulla violenza delle forze dell'ordine al picchetto della Fiege di Brembio; Per chi vive nella crisi amore a parole violenza nei fatti.


Amore a parole, violenza nei fatti
Si conclude il 2009, anno caratterizzato soprattutto dalle drammatiche ripercussioni che la crisi del capitale ha riversato sulle lavoratrici e sui lavoratori, attraverso licenziamenti di massa, perdita dei diritti conquistati, riduzioni drastica dei salari, con l’ennesimo episodio di lotta in difesa del posto di lavoro. Ci riferiamo alle lavoratrici e ai lavoratori della cooperativa operante presso la Fiege di Brembio, che, a causa di un avvicendamento nell’appalto, rischiano di perdere il posto di lavoro.
Questa volta, purtroppo, la lotta è stata repressa con la violenza delle forze dell’ordine che, oltre ad aver disperso il picchetto iniziato ieri davanti ai cancelli dell’azienda, con il ferimento di alcuni manifestanti, hanno provveduto all’arresto di un lavoratore a di un sindacalista dello SLAI Cobas, oggi processati per direttissima.
Oltre ad esprimere la massima solidarietà ai due arrestati denunciamo l’iniziativa delle forze di polizia che di fronte alla drammaticità espressa da lavoratori, per lo più immigrati, che perdono il posto di lavoro, intervengono con una veemenza inaudita. Sono questi i primi frutti della “politica dell’amore” del “premierpensiero-bi(tri)-partisan”? Amore nei confronti della casta e odio e violenza nei confronti dei più deboli? Dobbiamo aspettarci che qualcuno cominci a buttare giù i lavoratori dai tetti?
Il lavoro garantisce il diritto alla sopravvivenza, lottare per sopravvivere è dovere.
31-12-2009
PRC Federazione di Lodi
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi