Martedì 22 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento 23:36
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Continua il presidio dei lavoratori aderenti ai Cobas davanti ai cancelli della Fiege Borruso


Continua il presidio dei lavoratori aderenti ai Cobas davanti ai cancelli della Fiege Borruso, dove il 30 dicembre durante disordini seguiti ad un picchettaggio sono rimasti feriti il dirigente Digos e un poliziotto e due operai sono stati fermati. Il 31, il Pm ha convalidato i fermi ma ha rimesso in libertà i due in attesa del processo. «Si continua a manifestare per poter semplicemente ottenere i diritti che erano stati acquisiti finora e che si volevano assottigliare - ha spiegato Fulvio di Giorgio, coordinatore Cobas, uno dei due fermati -. Al di là di quanto deciso in prefettura per il nuovo contratto, ora stiamo presidiando per fare in modo che anche i 28 lavoratori per i quali si prevedono trasferimenti nel raggio di 50 chilometri vengano, invece, reintegrati in questa logistica»
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi