Lunedì 19 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 18:51
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Bolivia, minatori minacciano sciopero generale
E' anche la Centrale Operaia Boliviana (Cob), la principale federazione sindacale del paese, ad aver minacciato la possibilità di uno 
''sciopero nazionale, generale e indeterminato'' nel caso in cui il governo di Evo Morales non cede alla sua richiesta di nazionalizzare in modo totale la miniera di Colquin. Lì è in atto un vero conflitto tra minatori della corporazione statale e cooperati ed ha già visto un morto, decine di feriti e blocchi stradali.diverse province a causa di questo sono paralizzate.
Juan Carlos Trujillo, Segretario Esecutivo della Cob, ha annunciato che ''Se il governo non cede alle nostre richieste - ha dichiarato Juan Carlos Trujillo - si radicalizzeranno le iniziative di pressione, con uno sciopero generale indefinito e la ripresa della nostra Marcia della Vita da Colquin a La Paz esigendo inoltre l'abrogazione del decreto varato pochi giorni fa che proibisce l'uso di candelotti di dinamite durante la manifestazioni dei minatori".
A giugno il governo non ha permesso la concessione della miniera di Colquiri (230 km a sud di La Paz) all'azienda Sinchi Wayra, filiale del gruppo svizzero Glencore. Ha infatti deciso che il suo sfruttamento fosse condiviso in parti uguali da una corporazione statale e da un'associazione di cooperative di minatori. Il mese successivo, poi, ha concesso a questi ultimi una parte più grande, specie nel cosiddetto filone Rosario. Questo conta giacimenti di stagno e zinco che superano i 5 miliardi di dollari.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi