Sabato 15 Agosto 2020 - Ultimo aggiornamento 09:28
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Grecia, per i sei deputati di Alba Dorata revoca all'immunità parlamentare. Protesta del partito
Il Parlamento greco avrebbe revocato l'immunità a sei deputati del partito neo-nazista Alba Dorata contro cui Atene ha avviato un giro di vite a seguito del coinvolgimento di un proprio attivista nell'omicidio di un giovane rapper anti-fascista, assassinato il 18 settembre nella capitale greca.

Tre dei parlamentari colpiti dal provvedimento sono stati così accusati di associazione a delinquere, gli altri invece di reati minori. I primi tre potranno ora essere imputati per appartenere a organizzazione criminale, accusa di cui peraltro sono già stati incriminati Panayotaros, Alexopoulos e Kasidiaris. Quest'ultimo propiro all'inizio della seduta, avrebbe denunciato che "e' in atto un miserabile complotto contro Alba Dorata e un tentativo di demolire la Costituzione".
Kasiriadis e gli altri deputati del suo gruppo per protesta hanno scelto di abbandonare l'aula prima che si cominciasse a votare.

La revoca dell'immunità ai sei deputati è accaduta dopo una richiesta avanzata dalla magistratura, che ha aperto così un'inchiesta sul partito filo-nazista dopo l'uccisione del rapper antifascista Pavlos Fyssas.

Con l'accusa di appartenere a un'organizzazione criminale in carcere in attesa di giudizio ci sono altri tre parlamentari: Nikos Michaloliakos, il fondatore e il leader di Alba Dorata, Yannis Lagos e Christos Pappas.
 
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi