Lunedì 22 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 11:18
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Roma, lavoratori logistica scioperano. In 14 sospesi
All'alba di venerdì 25 Ottobre sono stati i facchini del Consorzio Gesco Centro dei magazzini DHL e TNT di Salone e TNT di Fiano, che si sono organizzati nel Sicobas, a scendere in sciopero e per la seconda volta. Non sono stati ripettati, infatti, gli impegni preliminari presi durante il primo incontro della trattativa, che si è aperta proprio grazie al primo sciopero.

Il Consorzio dunque si sarebbe dovuto muovere per garantire una ripartizione più equa e anche più trasparente delle ore di lavoro così come della sospensione di qualsiasi comportamento intimidatorio.

Gli obiettivi della vertenza aperta dagli operai sono: "il rispetto delle tariffe e maggiorazioni previste dal CCNL, il pagamento di tutti gli istituti al 100% (ferie, 13ma, 14ma, ecc.), il riconoscimento dei livelli e dell’anzianità, e - conme già scritto - una ripartizione equa delle ore e dei carichi di lavoro".

I lavoratori hanno protestato rallentando la produzione, provocando così il ritardo di gran parte delle consegne.

I padroni, in tensione per la lotta dei lavroatori, hanno chiesto poi l’intervento immediato delle forze dell’ordine, e per i disagi creati dalla protesta i padroni (TNT-DHL/Consorzio/Cooperative) hanno poi pensato di sospendere dal servizio i 14 operai a via di Salone
(TNT e DHL).

Davanti a questo i lavroatori non arretrano.  "pretendiamo l’immediato reintegro dei lavoratori sospesi - dichiarano - e per realizzare questo obiettivo – che si aggiunge alle ragioni della vertenza – abbiamo già avviato varie iniziative sia di carattere legale, che informativo, che ovviamente di mobilitazione. In ultimo se TNT crede di anticipare con questi provvedimenti la campagna di esuberi nelle filiali e magazzini di tutta Italia, sappia che i lavoratori di Roma saranno sostenuti da tutti i facchini degli appalti TNT dei principali magazzini d’Italia e da tutto il movimento della logistica".

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi