Mercoledì 01 Aprile 2020 - Ultimo aggiornamento 11:19
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Greenpeace, 80.000 firme in 2 giorni per Cristian D'alessandro. La madre: "Non lo sento da settimane"
"E' una delle mobilitazioni più forti nate in rete in questi mesi", lo dichiara Salvatore Barbera, direttore delle campagna change.org.
In meno di due giorni pieni infatti sono già arrivate a 80.000 firme, quelle di chi ha aderito all'appello che è stato lanciato su Change.org. Appello nato dalla madre di Cristian D'Alessandro, uno degli attivisti di Greenpeace che è stato arrestato in Russia dopo un'azione pacifica di protesta nel Mar Artico realizzata contro la piattaforma petrolifera Prirazlomnaya di Gazprom, con i 29 membri dell'equipaggio dell'Arctic Sunrise.

L'ondata di solidarietà della rete procede anche dopo il respingimento da parte della corte di Murmansk del primo ricorso contro l'arresto per pirateria di uno dei 30 attivisti di Greenpeace.

''Signor Presidente, mi chiamo Raffaela Ruggiero, sono la madre di Cristian D'Alessandro, il giovane attivista di Greenpeace arrestato dalle autorita' russe nel Mar Artico con i suoi 29 compagni - è scritto nell'appello - non sentiamo Cristian da settimane. Sua nonna, che ha 88 anni, prega ogni giorno per lui, nel chiaro timore di non poterlo riabbracciare piu'. Mai avremmo creduto di vederlo in prigione, lui persona pacifica, non violenta, amante della natura, della musica, della compagnia semplice e schietta, accusato di pirateria e di atti violenti''.

Dopo i fatti accaduti una condanna a due mesi di carcerazione preventiva, è stata confermata l'accusa per pirateria. I 28 attivisti così come i due giornalisti dunque rischiano proprio fino a 15 anni di carcere.

"Cristian aveva il sogno di contribuire a costruire un mondo migliore ed ha creduto di poterlo fare pacificamente con i suoi compagni di Greenpeace. Questo sogno adesso e' una colpa, anzi un reato gravissimo. La preghiamo Presidente, creda in questo nostro ragazzo, e ce la metta tutta per aiutarlo e per aiutarci'', scrive la madre di Cristian nel suo appello #colpevoledipacifismo su Change.org.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi