Lunedì 16 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento 09:05
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


"Orvieto al baratto", una risposta alla crisi: 11 ottobre, nasce "l'Emporio del riuso e dello scambio"
Sembrerebbe una risposta alla crisi. Si tratta dell'“Emporio del riuso e dello scambio”. Si registra a Orvieto ed è un'iniziativa curata da Andrea Massino (presidente della coop sociale Il Quadrifoglio), Massimo Marchino (associazione Orviet’Ama, auto-muto-aiuto) e Lorena Cupello (presidente associazione Senza monete) che dell'emporio è anche l’ideatrice.

E' un luogo per scmabiarsi oggetti e prodotti di ogni tipo, scludendo, tuttavia, cibi e bevande.
L’obiettivo è quello di “togliere lo spreco, specie in questi tempi difficili, e dare circolarità alle cose – spiega Lorena Cupello -: un oggetto che per noi non è più importante può essere di grandissima utilità a un’altra persona”.

L'emporio è una struttura di 130 metri quadrati. Aprirà ufficialmente l’11 ottobre e "si baratta di tutto: da prodotti per la casa a vestiti per l’infanzia, da mobili (non troppo grandi per non avere difficoltà di spazio) a giochi a utensili di diversa tipologia. Sarà aperto due volte a settimana per cominciare, il lunedì e il venerdì pomeriggio, grazie al supporto di volontari".

Gli unici soldi  a circolare sono quelli della tessera iniziale di adesione all’associazione Senza monete. Gli scambi infatti devono avvenire tra associati: in cambio di tre euro ogni persona riceverà 5 gettoni, realizzati dalla comunità per utenti psichiatrici L’Airone. E proprio i gettoni serviranno per effettuare scambi di merce e per far partire tutti quanti dallo stesso livello.  

“Vogliamo realizzare un luogo non etichettante”, dichiara la Cupello.

I promotori hanno testato la situazione sul territorio perché hanno già svolto iniziative di baratto. Ogni giorno il proprio lavoro consiste nello stare a contatto con fragilità sociali di differente natura.

“Conosciamo le necessità concrete del territorio – riferisce Lorena Cupello -, sono tante le famiglie che non ce la fanno più neanche a fare la spesa”. Così poi nasce l'idea di quest’emporio. 

L’appuntamento di presentazione dell’Emporio del riuso e dello scambio è per l’11 ottobre ad Orvieto Scalo in via S. Anna, presso l’ex lavatoio comunale. Dopo i saluti delle autorità i promotori illustreranno il progetto, che ha ricevuto il patrocinio del Comune. La serata continuerà presso il ristorante “Al San Francesco” in via B. Cerretti 10, per l'annuale iniziativa di raccolta fondi “Cena d’autunno” dell’associazione Orviet’Ama. Parte del ricavato sarà devoluto all’associazione “Senza monete”
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi