Lunedì 20 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 19:24
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


In arresto 7 casalesi: estorsioni da 100mila euro a imprenditori
Sono 7 le persone arrestate dopo la conclusione di un'indagine eseguita dai magistrati della Procura anitmafia di Napoli. Praticavano estorsioni a imprenditori e anche a commercianti, anche a parenti di affiliati a una fazione criminale interno allo stesso clan dei Casalesi realizzando guadagni illeciti per circa 100mila euro".

Sei sono finite in carcere, una invece ai domiciliari nelle province di Caserta, Trapani, Frosinone, Terni, Napoli e Campobasso.

Tutti i destinatari dei provvedimenti cautelari sono considerati del clan dei Casalesi-fazioni Schiavone e Zagaria e accusati di
estorsione con l'aggravante del metodo mafioso.

Le indagini iniziate nel marzo scorso a seguito delle dichiarazioni di diversi mprenditori che hanno denunciato le richieste estorsive a cui erano costretti a sottostare vicino lw feste di Natale, Pasqua e Ferragosto.

Le principali vittime: "proprietari di un supermercato, un'impresa edile, di un negozio di detersivo e di un altro di materiale edile erano vittime di estorsione".

Il pizzo è stato richiesto da due della fazione Zagaria nei confronti del titolare di un'attività commerciale, fratello di un affiliato al gruppo Schiavone.

Gli arrestati controllavano anche un centro scommesse di Falciano del Massico, intestato in modo fittizio a una terzap ersona. Le investigazioni, grazie anche a intercettazioni telefoniche, hanno consentito di verificare come il gruppo criminale avesse poi ottenuto profitti illeciti per un ritorno pari a circa 100mila euro.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi