Martedì 25 Febbraio 2020 - Ultimo aggiornamento 12:00
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Paul Mc Carteny: "Caro Putin, interceda per liberare attivisti di Greenpeace"
E' Paul Mc Cartney a intervienire sul caso degli attivisti di Greenpeace in carcere in Russia dopo le proteste contro le trivellazioni nell’artico.

Mc Cartney ha scritto al presidente russo, Vladimir Putin, e chiede al presidente proprio di intercedere per liberare gli attivisti di Greenpeace, mettendo in luce le buone intenzioni dei militanti ecologisti.

“Caro Vladimir, spero che questa lettera ti trovi in buona salute. Greenpeace non è un’organizzazione anti-russa. Danno sempre fastidio a questo o quel governo, certo. Ma, lo dico perché lo so, non hanno mai e in nessun luogo al mondo preso soldi da governi o aziende. I miei amici russi, dicono che in alcuni ambienti, i manifestanti sono considerati nemici della Russia, che fanno la volontà dei governi occidentali”, scrive Paul Mc Cartney che prosegue ricordando che gli attivisti “accettano la responsabilità di quello che hanno fatto veramente. Ma non si può trovare una soluzione del problema che convenga a tutti?”.Il cantante spiega al presidente di essere ben consapevole che “la giustizia russa e la presidenza siano due cose distinte”, tuttavia, scrive Mc Cartney, “mi chiedo se è possibile utilizzare la tua influenza, qualunque essa sia, per restituire i detenuti alle loro famiglie?”.

Paul Mc Cartney chiede dunque a Putin di intervenire “per mettere fine a questo caso”.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi