Mercoledì 12 Agosto 2020 - Ultimo aggiornamento 09:28
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Thailandia, proclamato lo stato di emergenza a Bangkok. Manifestanti occupano palazzi del potere
Proclamato lo Stato di Emergenza per conto del Governo thailandese a seguito della protesta antigovernativa di ieri promossa dal Partito Democratico, che ha occupato diversi ministeri.
Il premier  Yingluck Shinawatra ha assicurato che contro i manifestanti, non verrà utlizzata la forza.

Ma, riporta l’Agi, il premier avrebbe anche esortato la popolazione a non unirsi alla protesta perché l’occupazione di edifici governativi “minaccia la stabilità del Paese”.

La protesta va avanti  dal mese di ottobre e da ieri è finita in una serie di occupazione degli edifici del governo a Bangkok: i manifestanti vogliono le dimissioni del premier e del ministro della Difesa, sostengono infatti che suo fratello, Thaksin Shinawatra, primo ministro dal 2001 al 2006,  governi ancora il paese attraverso la sorella.

La protesta è iniziata quanto a ottobre è stata proposta e poi revocata un’amnistia. Questo dunque avrebbe consentito a Thaksin di tornare dall’esilio a Dubai, senza però scontare una condanna a due anni di carcere per corruzione, inflittagli già nel 2008.

Ieri i manifestanti hanno prima occupato il ministero delle finanze, quello della difesa, quello dell’interno e del turismo.  E' stato cirdcondato quello degli Esteri.

L’occupazione, sostengono i manifestanti "andrà avanti ad oltranza, finché non si sarà dimesso il premier". Secondo i media, l’opposiozione spererebbe il coinvolgimento dell’esercito, fautore di ben 18 colpi di stato.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi