Venerdì 24 Gennaio 2020 - Ultimo aggiornamento 22:08
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Grecia, la Coca Cola ritira i suoi prodotti da Atene e Salonicco dopo le minacce del Fai-Irf
Tutte le bottiglie di Coca Cola e Nestea (nei vari gusti) in confezioni singole di plastica da 500ml sono state ritirate dagli scaffali dei negozi di Atene e di Salonicco in seguito a una lettera di minacce inviata nei giorni scorsi al sito greco Zougla.gr. Nella missiva, firmata dalla Federazione Anarchica informale-Fronte Rivoluzionario internazionale (Fai-Irf), l'organizzazione anarchica aveva minacciato di boicottare i prodotti delle multinazionali Coca Cola e Nestle' manomettendo le bottiglie da mezzo litro e immettendovi acido cloridrico.
La decisione di ritirare le bottiglie dai negozi e' stata annunciata dalla stessa Coca Cola in un comunicato in cui si afferma che l’azienda e' in stretto contatto con le autorita' competenti per chiarire la questione.
Proseguono intanto le indagini dell’antiterrorismo sulla lettera pervenuta a Zougla.gr, mentre dalle analisi effettuate sul contenuto della bottiglia di Coca Cola inviata arrivata insieme con la missiva e' risultato che conteneva tracce di acido cloridrico.
La lettera di sei pagine conteneva una rivendicazione e un video della durata di due minuti e mezzo. Nel documento e nel video si minaccia che nei prossimi quattro giorni dall'invio della lettera membri della Fai-Irf metteranno sui scaffali dei negozi bottiglie di bibite in cui avranno immesso acido cloridrico. Nelle prossime ore la polizia dovrebbe rendere pubblico sia il video che il contenuto della lettera.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi