Sabato 20 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 16:25
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


"Siamo tornati". E' Scup, la seconda occupazione di via Nola
"Siamo tornati". "Noi apriamo spazi, voi alzate i muri". "Scup esiste e resiste". Striscioni appesi e scritte sui muri. Anche questo fa parte della nuova occupazone di Scup. Gli occupanti, infatti, circa un centinaio di persone lì, questa mattina nonostante l'arrivo delle polizia, si sono chiusi di nuovo in via Nola, 5, dove per oggi pomeriggio alle 18,00 hanno indetto un'assemblea.

Il collettivo Scup, proprio due settimane dopo lo sgombero, è roiuscito a riconsegnare questa mattina ai cittadini del quartiere romano di San Giovanni, lo spazio di via Nola 5.

Sono state 60 le persone impegnate e che hanno promosso quest'iniziativa. Numerose si sono attivate per abbattere il muro di mattoni che è stato tirato su all’ingresso.

Ma quella di oggi, va specificato, è la terza occupazione. Infatti il 25 gennaio dopo lo sgombero, grazie a una protesta ampia e creativa, che ha messo insieme vari pezzi sociali di Roma, in via Monza è stato occupato un altro palazzo abbandonato, nello specifico  un’ex sede dell’Atac, sito a duecento metri circa da via Nola.

Domenica scorsa lo spazio in questione ha ospitato il mercato Ecosolpop che è stato promosso con il laboratorio urbano Reset. In  settimana invece sono state organizzate molte attività quotidiane.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi