Domenica 22 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento 18:26
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Sicilia, tornano i blocchi dei Forconi.
In Sicilia tornano i blocchi dei Forconi con il comitato Forza d'urto e insieme hanno insediato un presidio al casello di San Gregorio, snodo dell'autostrada Catania-Messina.

La protesta è esplosa di nuovo dopo che nel pomeriggio Mariano Ferro, il leader dei Forconi, e la sua delegazione hanno lasciato la sede della Presidenza della Regione a Palermo quando hanno appreso che a incontrarli non sarebbe stato il presidente Rosario Crocetta, che li aveva convocati, ma un assessore.

I Forconi continuano a sollecitare misure per l'agricoltura e l'autotrasporto. Crocetta e il governo regionale hanno fatto appello "appello ai manifestanti che hanno avviato i blocchi, affinche' li interrompano immediatamente per non causare ulteriori danni ai produttori, in particolare agricoli", e hanno ricordato di "avere già approvato" e avviato "l'iter di approvazione all'interno della finanziaria regionale di una serie di misure a favore dell'agricoltura e piccole medie imprese siciliane". 

"Da una stima dell'assessorato all'agricoltura, - dice Crocetta - il blocco dell'anno scorso ha causato mezzo miliardo di perdite e sicuramente gli agricoltori siciliani non possono permettersi di subire questi ulteriori danni, in una fase tra le piu' competitive per la
Sicilia, in cui devono invece vendere i prodotti. Chiamiamo tutti al senso della responsabilita' -prosegue il governatore- perche' la ripresa economica e delle imprese passa dal dialogo e dalla collaborazione, e non dalle azioni di forza. Il governo dichiara - conclude il governatore - di essere disponibile a discutere con i manifestanti al fine di rimuovere i blocchi".

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi