Domenica 22 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento 17:07
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Rogoredo e il raduno neonazista, attesi più di 2000 skinhead. Prc: "Siamo indignati. Va contro la Costituzione"
E' previsto un raduno neonazista questa sera in un capannone di Rogoredo, con oltre 2000 skinhead che si muoveranno in un quartiere alla periferia del capoluogo lombardo. A sentire le forsze dell'ordine "al momento non comporta un allarme di ordine pubblico".

Questo significa che non è possibile vietarlo e che non necessita un'autorizzazione agli organizzatori. A spiegarlo è la Prefettura di Milano. In pratica in questa fattispecie si e' "fuori" dal meccanismo delle autorizzazioni. Mentre serve la dichiarazione in Questura, nella quale si descrive esattamente cosa si intende fare e dove. 

"Non emerge per ora un profilo di ordine pubblico per vietare quella manifestazione" dichiarano dalla Prefettura, assicurando che "sono comunque state prese tutte le misure necessarie e predisposti i servizi di controllo. All'evento ci sara' musica e concerti dal vivo. Sono attese una decina di band neo-naziste e circa duemila 'spettatori'.

Diversa la posizoione del Prc. Matteo Prencipe, segretario Provinciale del Partito della Rifondazione Comunista. "Siamo indignati - ha dichiarato Prencipe - per il ripetersi di iniziative di matrice chiaramente fascista e nazista che costituiscono una grave provocazione e offesa per il nostro Paese. In particolare negli ultimi anni Milano e la Lombardia sono al centro di un crocevia europeo che in diverse occasioni hanno ospitato esponenti di primo piano dell estrema destar italiana e europea.

Il Partito di Rifondazione Comunista, chiede al Questore di Milano "il motivo per cui le Istituzioni della citta' non siano state informate di questo evento" e intende nei prossimi giorni di chiedere un incontro per comprendere meglio "questo silenzio nei confronti della citta', autorizzando qualcosa che va contro la Costituzione e i fondamenti della nostra Repubblica".

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi