Venerdì 24 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 12:20
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Rivelazioni shock di un pentito: "A Sulmona detenuti picchiati con cinte e bastoni"
Li chiamavano “monaci”, per via delle larghe tute mimetiche che indossavano, sotto le quali nascondevano cinte e bastoni.
Vere e proprie squadre di punizione che agivano in silenzio e molto spesso di notte, per colpire i detenuti del carcere di Sulmona. La scioccante rivelazione è stata fatta questa mattina, come riporta l’agenzia Ansa, da un collaboratore di giustizia, sottoposto a regime di protezione rinchiuso nel carcere di Torino, dove sta scontando l’ergastolo, chiamato a testimoniare in un processo in cui è imputato Francesco Sciarrotta, agente di polizia penitenziaria di 45 anni del Gruppo operativo mobile (Gom) di Roma.
L’agente è accusato di lesioni aggravate nei confronti di un detenuto, per fatti che si sarebbero svolti nell’ottobre del 2007.

continua a leggere 
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi