Lunedì 16 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento 09:05
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


No Muos, tensione a Niscemi. Sulle antenne salgono 10 attivisti. ore 16,30 il corteo
Dopo l’irruzione di ieri sera, altri due attivisti sono saliti in alto sulle antenne satellitari dell’impianto Muos di contrada Ulmo a Niscemi, proprio all’interno della base militare statunitense. Si sono così aggiunti agli altri otto che avevano tolto la sorveglianza.

Il nuovo “assalto” si è realizzato nella notte trascorsa.

Guidati poi da Turi Vaccaro, pacifista ed attivista, fermato già due volte per resistenza a pubblico ufficiale durante le varie manifestazioni degli ultimi mesi, hanno rivendicato subito l’azione ma hanno anche precisato che si tratta di una iniziativa “pacifica e non violenta messa in atto solo a scopo dimostrativo”.

Vaccaro finì in manette a Gela, durant le celebrazioni dello sbarco alleato in Sicilia. L’accusa era di avere aver aggredito diversi agenti delle forze dell’ordine.

Sulla pagina facebook del movimento è scritto che “la dimostrazione è stata messa in scena nel trentesimo anniversario degli scontri fra manifestanti e polizia a Comiso ed alla vigilia della grande manifestazione regionale contro l’impianto radar che si tiene oggi a Niscemi.

La zona ora è circondata da polizia e carabinieri. Intorno ci sono molti manifestanti a sostegno della protesta dei dieci attivisti. ”Una manifestazione eclatante – hanno detto – per richiamare l’attenzione delle istituzioni”.

Sale, dunque, la tensione proprio nel giorno in cui Niscemi marcia contro il Muos. Oggi pomeriggio il corteo, alle 16,30 in contrada ”Vituso".

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi