Lunedì 22 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 11:18
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Denunce ai carabinieri. A Roma assenza di bus per disabili
Sono decine le denunce che sono state presentate ai carabinieri per l’assenza di bus nella capitale per i disabili
Il Messaggero racconta la storia di Daniela Tosti, la madre di Lorenzo, un altro bambino che, va alla scuola speciale sita in viale Angelico. 

"Quest’anno fanno dei percorsi lunghissimi – racconta – giovedì sono venuti a prenderlo dopo le 10,mentre un’altramattina non sono proprio passati a prenderlo. Quando mio figlio ha capito che non sarebbe andato più a scuola è scoppiato a piangere. Si era già preparato, eravamo scesi in strada".

E' la donna ad accusare: "Hanno avuto tutta l’estate per organizzarsi. E’ un’ingiustizia enorme. Questi bambini dovrebbero essere aiutati".
Cambiando istituto la situazione non varia di molto.

Luca, di 19 anni è tetraplegico spastico.
E' stato lui negli ultimi giorni ad arrivare alla scuola Sibilla Aleramo in via Cipriani Facchinetti, con due ore di ritardo. Si tratta di una situazione insostenibile per la madre Maria Pozzuoli, che da una settimana non riesce più ad andare al lavoro. 

"E’ inaccettabile organizzare così il servizio trasporto disabili – spiega – fino all’anno scorso era suddiviso per municipi ora non più. L’altro giorno lo scuolabus di mio figlio veniva da Ostia. Sono un’infermiera e da una settimana non vado a lavorare – aggiunge – Come me tante altre mamme stanno avendo disagi enormi: si devono precipitare dal posto di lavoro perché i figli sono fuori scuola e il pulmino non arriva. E all’Agenzia per la mobilità, che fin dall’inizio ha sbagliato indirizzi di case e scuole, ha allungato i percorsi, i responsabili di questo disastro sono irraggiungibili".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi