Lunedì 14 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento 00:41
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Per errore si autoriduce i contributi Inps di un centesimo. Uomo costretto a pagare seimila volte tanto
Luciano Giaretta, un imprenditore agricolo di Villadose, in provincia di Rovigo, è sconcertato per quanto gli è accaduto e parla così di “cosa ridicola e assurda”.

L’uomo ha infatti denunciato di aver versato proprio nel 2009 i contributi Inps unificati per sé e per i suoi due dipendenti. Si è trattato di un ammontare pari a 3mila 363 euro e un centesimo, ma al momento di compilare il bollettino avrebbe dimenticato il centesimo.

Dopo quattro anni riceve il primo sollecito e l’agricoltore si reca alla sede di Equitalia e all’Inps con il modello F24.

La vicenda sembra essersi risolta, ma il 13 giugno un altro sollecito invita l’uomo a pagare 66 euro per l’omesso pagamento, non tanto se si pensa ad alcuni bollettini inviati in passato, ma  una cifra corrispondente a oltre seimila volte quanto dovuto in precedenza.

“E’ una cosa incredibile - dichiara - Io ho pagato, per carità, ma a ben pensarci è tutto così ridicolo e anche un tantino assurdo”.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi