Domenica 29 Marzo 2020 - Ultimo aggiornamento 14:36
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Scontri al comizio di Salvini a Massa: la polizia picchia duro e ferma due manifestanti. Stasera è atteso a Pisa
Diverse centinaia di persone hanno preso parte a Massa Carrara oggi alla protesta contro il comizio del leader della Lega Matteo Salvini. Pesante il bilancio della giornata con due feriti tra i manifestanti, successivamente trattenuti entrambi in stato di fermo in ospedale. Militanti del Prc, centri sociali di Massa e Carrara, Carc, anarchici di Carrara e associazioni politico culturali antifasciste, e anche qualche consigliere comunale si sono presentati imbracciando materassini e gommoni da mare con la scritta "Sui gommoni ci vogliamo i padroni". Sono stati caricati dalla polizia nel momento in cui la gran massa di persone presenti è riuscita a sfondare i cordoni di contenimento delle forze dell’ordine. Salvini si è successivamente spostato a Viareggio e stasera è atteso a Pisa. Il comizio, però è costretto a farlo fuori città.
Intanto, si fa sentire anche la comunità Rom. “Salvini è razzista. Siamo stanchi di essere oggetto delle campagne elettorali sue e di altri”, dice Davide Casadio, presidente dell'Associazione sinti italiani, a Bologna per la manifestazione nazionale contro la discriminazione delle etnie rom e sinta.
"Le contro-manifestazioni di oggi sono la dimostrazione di politiche razziste- attacca Casadio- noi vogliamo far capire che possono venire a dialogare con noi". Ma, ammonisce il portavoce della comunita' sinta, "siamo stanchi di essere considerati ladri e delinquenti. Hitler faceva queste politiche".
A Pisa, i contestatori di Salvini si sono invece dati appuntamento alle 19 per "un presidio antifascista in piazza Guerrazzi". "Saranno in tanti in piazza - si legge nei blog della sinistra radicale - contro le bugie di Salvini, per respingerlo ancora una volta o per rincorrerlo nuovamente sulle spiagge del litorale. Lontano da Pisa". Il programma della visita elettorale di Salvini prevede il suo arrivo in città intorno alle 20.30 con una passeggiata in centro programmata per le 20.45 e il successivo comizio al Green Park resort di Calambrone alle 21.30. Questa volta, a differenza della precedente visita del primo maggio tenuta segreta anche dalle forze dell'ordine per motivi di ordine pubblico, la Lega ha preferito uscire allo scoperto e pubblicizzare l'evento e da stamani una 'vela' elettorale a sostegno della candidata locale Susanna Ceccardi sosta da stamani davanti al centralissimo Ponte di Mezzo.
“Matteo Salvini si sta costruendo l'immagine di avversario di Renzi, speculando sul razzismo e soffiando sul fuoco della guerra tra poveri – si legge in un documento dei Cobas di Pisa -. Tanto è vero che, per fare il pieno di voti di buona parte dell’elettorato canaglia, non ha esitato, in linea con la tradizione di sempre della Lega, ad allearsi con gruppi fascisti come Casapound, o ad accogliere a braccia aperte esponenti fascisti nelle proprie liste elettorali. Tutte le sue provocazioni di queste settimane in giro per l'Italia sono finalizzate alla costruzione del personaggio Salvini e del suo progetto autoritario, in concorrenza con quello, pure autoritario, del governo Renzi. Non è un caso che ovunque vadano, Salvini e Renzi, siano regolarmente contestati”.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi